Vincenzo Salemme visto al Teatro Manzoni
Mercoledì 12 Gennaio 2022

Vincenzo Salemme visto al Teatro Manzoni

Napoletano? E famme ‘na pizza!, nuovo spettacolo per ridere senza sosta con Vincenzo Salemme

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

È sempre una garanzia. Con Vincenzo Salemme a teatro si ride sempre. Spesso fino alle lacrime. Con la nuova commedia, Napoletano? E famme ‘na pizza!, ora a Milano al Teatro Manzoni offre una serata di divertimento, mai qualunquista o banale, in un periodo certo non facile.

In una scenografia che vede al centro una grande terrazza, affacciata sul mare e relativo Vesuvio, Vincenzo Salemme arriva, con il soprabito sul braccio, ricordando come quel 3 marzo 2020 tutto si interruppe. Lui era in scena con “Con tutto il cuore”, mentre nella stagione precedente aveva portato “Una festa esagerata”. Da queste due commedie – tralasciati gli aspetti gialli che le costituivano -, simboleggiate da due case ai lati, vengono ora quei personaggi esilaranti, che avevano rappresentato momenti di risate: l’infermiere similanalfabeta di “Con tutto il cuore” e il domestico falsamente indiano di “Una festa esagerata”. Questa volta i dialoghi esilaranti sono con Salemme stesso, sfociando in divertenti tormentoni, occasione di continue risate, insieme alle battute, i giochi di parole, gli equivoci. Tutti accolti dal pubblico da continui applausi e interminabili sequenze di risate.

Guardando lo spettacolo si scopre che Formia o, altra insospettabile, l’enciclopedia Treccani possono diventare motivo di vere risate, come lo è, seppure con modalità differenti e che toccano spesso aspetti reali, il rapporto uomo-donna, a cui Vincenzo Salemme dedica alcuni altrettanto divertenti minuti.

La commedia è anche un’occasione per parlare di stereotipi, sottolineando come l’essere di Napoli debba per forza coincidere con alcune credenze: il miglior caffè (bollente da ustione), il pane, la pizza, il ragù. Cliché soffocanti, naturalmente, come indica il titolo, che nasce da una battuta di “e fuori nevica” – prima commedia di Vincenzo Salemme andata in scena nel capoluogo lombardo, conquistando i milanesi -, nella quale uno dei personaggi chiede al fratello di dimostrare la sua presunta napoletanità facendogli una pizza.

Ma, tra tante risate, non mancano alcune considerazioni più serie, che riguardano i nonni, il loro ruolo e i rapporti che instaurano, come l’importanza di fare ogni cosa con passione. Alla fine, ricordando quanto durante il lockdown hanno sofferto le maestranze del mondo del teatro e i tecnici, ne coinvolge due in scena. È uno dei pochissimi accenni a pandemia e successivi conseguenti lockdown, ma tutto lo spettacolo appare sapientemente costruito dovendo tenerne conto, senza che però il pubblico ne soffra. Anzi. Senza scrivere una commedia nuova, con la necessità di nuove lunghe prove e un nutrito cast, Vincenzo Salemme porta in scena, accanto a sé, alcuni dei personaggi più divertenti delle due ultime commedie, interpretati da cinque attori per dieci ruoli. Vincenzo Salemme, che, come sempre, sente e sa cogliere le vibrazioni del pubblico, si incarica di legare il tutto e costruire i necessari snodi, moltiplicando all’ennesima potenza le occasioni di divertimento, di cui il pubblico dimostra di averne più che mai bisogno.

Vincenzo Salemme
Napoletano? E famme ‘na pizza!
scritto e diretto da Vincenzo Salemme
con in o. a. Vincenzo Borrino, Sergio D’Auria, Teresa Del Vecchio, Antonio Guerriero, Fernanda Pinto
scene e costumi Francesca Romana Scudiero; musiche Antonio Boccia
produzione Diana Or.I.S. e Chi è di Scena
a Milano al Teatro Manzoni, dal 4 al 16 gennaio 2022
(feriali ore 20,45 - domenica ore 15,30; sabato 15 gennaio ore 15.30 e 20.45). Poi in tournée fino alla primavera 2022.

Salemme
Salemme

Articoli Correlati

scopri tutto
ore
ore

Mailing List