Umberto Tozzi: “40 anni che ti amo in Arena”, il disco testimonianza del grande evento sul palco dell’Arena di Verona - Intervista
Mercoledì 29 Novembre 2017

Umberto Tozzi: “40 anni che ti amo in Arena”, il disco testimonianza del grande evento sul palco dell’Arena di Verona - Intervista

Dall'11 febbraio il nuovo tour nei teatri storici d'Italia e del mondo

Cristian Pedrazzini
scarica l'articolo in formato pdf

Da venerdì 1 dicembre sarà disponibile nei digital store e nei negozi tradizionali 40 anni che ti amo in arena, il nuovo doppio disco live con dvd di Umberto Tozzi, registrato lo scorso 14 ottobre durante il concerto-evento “40 anni che ti amo” all’Arena di Verona in cui si è celebrata la carriera di uno dei più grandi cantautori italiani. Nel disco sono presenti grandi duetti con Al Bano, Anastacia, Fausto Leali, Marco Masini, Gianni Morandi, Raf e Enrico Ruggeri.

40 anni che ti amo in arena fotografa in maniera fedele quello che è stato il grande evento all’Arena di Verona del 14 ottobre. Non solo grandi ospiti ma anche un grande sound e una grande performance di Umberto Tozzi che si conferma come uno dei migliori e più amati cantautori italiani. Ognuno degli ospiti presenti sul palco è stato scelto per il proprio ruolo nella carriera e nella storia del cantautore torinese e ha duettato con lui con il brano che più rappresentava quell’incontro. Ecco perciò che è possibile ascoltare su questo disco nuove versioni di “Si può dare di più” - brano con cui Umberto Tozzi ha vinto Sanremo in trio con Gianni Morandi ed Enrico Ruggieri – o “Gente di Mare” - successo in duo con Raf e con cui Umberto Tozzi ha partecipato ad Eurovision 1987.  

Un album e un live in cui hai ripercorso tutta la tua carriera, qual è il bilancio e quanto pesa il live su questo progetto?
Il live pesa tantissimo perché al di là dell’album, un live di queste dimensioni devo andare a ripescarlo nel 1988 all’Albert Hall di New York;  questo di oggi è un live inaspettato e sono felice che sia stato registrato perché per me è stato davvero importante realizzarlo. Sinceramente i  live oggi sono più facenti parte della mia carriera, insomma è il momento più bello e divertente, ma nello stesso tempo emozionante grazie al pubblico, che apprezza il tuo lavoro, ma che soprattutto ti fa tornare giovane!!!

Ci sono delle canzoni che senti più tue e altre che senti meno tue?
Quelle che sento meno mie non le canto più live, mi spiace per coloro che magari si aspettano di ascoltare alcuni brani che però non ripropongo più come Zingaro e altri, ma sono pezzi che non mi appartengono più perché non mi divertono.

Il Momento più emozionate del live che hai appena concluso?
Sicuramente la cosa che più mi ha colpito è stato quando sono uscito sul palco insieme con Morandi e Ruggeri e ho visto un Gianni emozionato che si è sciolto dopo il primo verso della canzone e da lui non me lo aspettavo. La canzone di cui mi riferisco è ovviamente “Si può dare di più”: questo brano nasce da un’idea di Mario Ragni. Io, Morandi e Ruggeri ci incontrammo dopo aver giocato tanti anni insieme a calcio nella Nazionale Cantanti poi scrissi questa canzone insieme a Raf e Bigazzi. Si formo così il trio Tozzi, Morandi e Ruggeri con un risultato molto forte, tanto che decidemmo di andare a Sanremo nell’87 e lo vincemmo con ascolti degni di una finale di un Mondiale di calcio...

Un commento agli altri duetti?
Con Al Bano ho scoperto una persona fantastica e quando c’è stata la convocazione a Verona mi è venuta l’idea di fare “Una bambolina che fa no no no” per rappresentare musicalmente un’epoca storica alla quale lui apparteneva e “Nel Sole” che è la canzone più significativa del suo repertorio.
Anastacia è una grande artista, ma soprattutto una grande persona!! Ti basti pensare che venne addirittura a trovarmi in ospedale a Peschiera del Garda il giorno dopo il mio intervento dispiaciutissima che non avrebbe potuto esserci il 14 ottobre perché aveva un impegno televisivo in Germania. Lei è davvero speciale e abbiamo un rapporto di amicizia vera, senza farlo per business ed è bello in quanto anche percepito dal pubblico!! Cosi come lo è stato per tutti gli amici/colleghi che hanno calcato insieme a me il palco dell’Arena di Verona.
Con Fausto Leali ho cantato “Io Camminerò” e “Vita”, uno splendido omaggio a Lucio Dalla.
Marco Masini duetta con me sul suo successo “T’innamorerai” e poi interpreta magistralmente in solo al pianoforte il suo brano “Caro Babbo”.
Quando sale sul palco Raf il pubblico esplode di gioia unendosi a noi due a cantare i brani “Gente di mare”, “Self Control” ed “Infinito” da lui interpretata.

Cosa ne pensi di Sanremo 2018?
Per Sanremo hanno messo un colosso della musica soprattutto che sa fare musica, mi auguro che per quel Festival ci siano sempre artisti competenti come Claudio Baglioni che siano in grado di dare visibilità per fare emergere talenti che non ci arriverebbero mai.  Sanremo dovrebbe essere una fucina di nuovi talenti, non solo uno show televisivo. Il mio pensiero è quello che ci siano giovani forti.

A proposito di giovani oggi la parte del leone la fanno i reality, cosa ne pensi e che consiglio daresti ai giovani che escono dai talent?
Onestamente non credo che sia colpa degli artisti giovani che frequentano i reality, la colpa è di chi soffoca la musica, che potrebbe esserci in talenti veri, che non facciano parte solo di una immagine televisiva, o che buchino la telecamera fisicamente; penso che il piacere di ascoltare degli artisti giovani sia quello di sentire una voce interessante e diversa, una frequenza nuova. Anni fa ogni artista che nasceva aveva comunque una particolarità vocale, oggi questo accade sempre meno. Il fatto del business, troppe volte soffoca questi giovani perché non hanno modo di esprimersi

Nell’autobiografia di Enrico Ruggeri “Sono stato più cattivo”, lui dice: “Tozzi è uno dei più grandi talenti musicali che io abbia mai conosciuto, se fosse stato meno pigro oggi sarebbe al posto di Ennio Morricone” cosa ne pensi?
Intanto ringrazio Enrico che ha scritto queste bellissime parole, ma sinceramente Morricone è Morricone io non lo sarò mai, anche se riconosco che ho del talento. Invece la pigrizia è un dato di fatto!! Purtroppo a livello creativo ho lavorato poco, mi ricordo che Giancarlo Bigazzi, mio produttore, mi telefonava e continuava a dirmi hai fatto qualcosa? Ed io dicevo no, e se lui non avesse insistito forse avrei fatto molto meno, per fortuna lui mi stimolava!!

Il primo disco contiene: Intro, Notte Rosa, Ti Amo, Gli Altri siamo noi, Si può dare di più con Gianni Morandi ed Enrico Ruggeri, Dimentica Dimentica con Enrico Ruggeri, Medley (Roma Nord/Se non avessi te/Gli Innamorati), Sound of Silence, Una bambolina che fa no no con Al Bano, Nel Sole con Al Bano, Medley (Lei/Qualcosa qualcuno/Dimmi d no), Immensamente, Gente di Mare con Raf, Infinito (Raf) e Self Control con Raf

Il secondo disco prosegue con: Donna Amante Mia, Io Camminerò con Fausto Leali, Vita con Fausto Leali, Medley (Tu sei di me/Perdendo Anna), T’Innamorerai con Marco Masini, Caro Babbo (Marco Masini), Io Muoio di te, Medley (Stella Stai/My Sharona/Un corpo e un’anima), Tu, Gloria, Finale “Gloria” Arrangiamento London Symphony Orchestra e Ti Amo con Anastacia.

Dopo il successo dell’evento all’Arena e del precedente tour in tutta Italia “40 che Ti Amo”, Umberto Tozzi ritorna dal vivo con un nuovo spettacolo nei teatri storici d’Italia e del mondo da domenica 11 febbraio al Teatro Regio di Parma con una modalità acustica più coinvolgente ed emozionante e porterò sul palco sicuramente nuove canzoni ancora prima di registrarle per il nuovo disco, una sorta di anteprima.

Ecco il calendario completo del tour:
In Italia
11 febbraio – Teatro Regio – Parma
25 febbraio – Teatro Ponchielli – Cremona
26 febbraio
 – Teatro Regio - Torino
1 marzo – Teatro Politeama – Genova
3 marzo – Teatro Goldoni – Venezia
9 marzo – Teatro Verdi – Firenze
13 marzo – Teatro degli Arcimboldi – Milano
8 aprile – Teatro Comunale – Ferrara
11 aprile – Teatro Olimpico – Roma
20 aprile – Teatro Creberg – Bergamo
23 aprile – Teatro Duse – Bologna
26 aprile – Teatro Regio - Torino

In Europa
12 gennaio – Kural – Oostende
13 gennaio – Ethias Theater – Hasselt
15 gennaio – Theater Carré – Amsterdam
6 febbraio – Kaufleuten Klubsaal – Zurigo
8 febbraio – Kaufleuten Klubsaal – Zurigo
9 febbraio – Theatre Du Leman – Ginevra
20 febbraio – Kongrsove Centrum – Praga 

Umberto Tozzi sarà accompagnato sul palco da Raffaele Chiatto (chitarre), Gianni D’Addese (tastiere) Giambattista Giorgi (basso), Gianni Vancini (sax), Elisa Semprini (violino) e Riccardo Roma (batteria).

Tozzi
  • Umberto Tozzi & Anastacia - Ti amo

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto
Domenica 17 Dicembre 2017 ore 11:49:53
Ancora un ottimo risultato di audience per la puntata di “Amici” che ieri ha registrato una share del 18.59 % pari… https://t.co/QCZoEGhNzo
Sabato 16 Dicembre 2017 ore 17:01:53
Prosegue la gara di inediti tra i cantanti della scuola di “Amici”, a partire da venerdì 15 dicembre, sono finalmen… https://t.co/Zk2rnnpRY1

Mailing List