Teatro Linguaggicreativi stagione 2018 /2019
Mercoledì 10 Ottobre 2018

Teatro Linguaggicreativi stagione 2018 /2019

Attualità, rivisitazione di classici, ritorni di spettacoli di successo e una nuova produzione

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

È una "Stagione urgente" quella che inizia per il Teatro Linguaggicreativi di Milano. Il titolo per la stagione 2018/2019 - spiegano Simona Migliori e Paolo Trotti, che gestiscono lo spazio di via Villoresi - è stato scelto perché c'è l'urgenza di dire delle cose attraverso la cultura. È anche un momento di soddisfazione, dettato dal continuo aumento del pubblico e, annunciano, dall'aver vinto il Premio Next con I ragazzi del massacro, prodotto da Linguaggicreativi e andato in scena la scorsa stagione al Teatro Franco Parenti (di cui i nostri lettori hanno potuto leggere la recensione). Qui a maggio debutterà la nuova produzione firmata Linguaggicreativi. La nuova stagione, che per il sabato avrà anche il nuovo orario delle 20, vede in scena molte compagnie non milanesi. Ci saranno rivisitazioni di testi classici, come Antigone in versione monologo (12 e 13 ottobre, nella foto); The tragic history of life and Death of Doctor Faust tratto dall'opera di Marlowe e in scena il 9 e 10 marzo 2019; Le amanti del Testori con Gianna Coletti che fa rivivere la Alda, Maria Brasca, la Gilda (1-3.3); Nicht so aber so, musicale ispirato a Brecht. Fino a una Eneide in tre serate. Altri spettacoli sono legati alla attualità: al terremoto (Motus in terra), Lampedusa è uno spiffero! (24 e 25 novembre), Piazza Fontana, che il 12 dicembre farà rivivere la strage del 1969, attraverso la storia di due amanti. Il testo è di Simona Migliori e Paolo Trotti, rispettivamente tra gli interpreti e regista. Altre pièce vedono il coinvolgimento del pubblico come A.R.E.M, che mette in scena i ricordi appena enunciati dagli spettatori (14-16.12) oppure giocati tra ironia e angoscia come 3Some (11-13.1), che era stato presentato a Banco di Prova. Ad anticipare il Natale, con relative gioie e angosce, è Harryness (nella foto) con sottotitolo Natale tragicomico, che dal 7 al 9 dicembre vedrà in scena Francesco Leschiera nel ruolo di un uomo solo nel giorno di Natale ridotto a parlare solo con un gatto, interpretato da Simona Migliori. È un ritorno sulla scena come La nebbiosa da Pasolini. Definito «un noir disperato e violento ambientato nella Milano degli anni ‘50» torna dal 22 al 27 gennaio dopo il successo delle scorse stagioni, con la regia di Paolo Trotti anche autore insieme a Stefano Annoni, che vedremo sulla scena. A questi si aggiungono molti altri spettacoli, tra i quali la nuova produzione del Teatro Linguaggicreativi, che sarà in scena dal 19 al 24 marzo, in chiusura di stagione.

Antigone

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Domenica 21 Ottobre 2018 ore 17:14:16
#GFVIP, lunedì 22 ottobre Alessandro Cecchi Paone, Maria Monsè ed Ela Weber Bussano alla porta della casa di Cineci… https://t.co/rJgYjaActu
Domenica 21 Ottobre 2018 ore 15:24:20
@RafRiefoli e @UmbertoTozzi tornano a cantare insieme nel nuovo brano #ComeUnaDanza. Il 30 novembre esce il cofanet… https://t.co/2OlPf8Imny

Mailing List