Teatro Filodrammatici di Milano stagione 2019-2020
Venerdì 5 Luglio 2019

Teatro Filodrammatici di Milano stagione 2019-2020

Tommaso Amadio e Bruno Fornasari lanciano una stagione fatta di destini con novità e successi da rivedere

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Novità e riproposte di successi delle scorse stagioni caratterizzano la stagione 2019-2020 del Teatro Filodrammatici di Milano, intitolata “Il teatro è fatto di… destini!”

«Una “lettura delle stelle” – dicono i direttori artistici Tommaso Amadio e Bruno Fornasari (nella foto) -, che andrà ad interrogare il nostro passato per metterlo in relazione con il nostro presente, immaginando un futuro che sia frutto di una mediazione consapevole tra le scelte che abbiamo ereditato da chi ci ha preceduti e la nostra determinazione a migliorarle, cercando di capire se e cosa ci siamo dimenticati o abbiamo buttato via della nostra Storia, convinti non servisse più».

In prima nazionale troviamo dal 14 al 24 novembre 2019 Gioventù Senza di Bruno Fornasari, adattamento da Gioventù senza Dio di Odon von Horvath con la regia di Emiliano Bronzino.  Bruno Fornasari ha adattato il testo configurandolo come «una ricostruzione documentaristica che una classe di allievi di oggi potrebbe fare sui fatti accaduti a una classe di allievi di liceo nel ’34, anno in cui il nazismo conquista il potere dopo l’incendio del Reichstag». E ancora, dal 5 al 10 maggio 2020, la Compagnia Caterpillar porta Argonauti e Xanax di Daniele Vagnozzi, anche regista, con sottotitolo “potenza e abisso di una generazione”, storia di solidarietà contro ansia e panico.

Come prime milanesi il cartellone presenta Aldilà di tutto di e con Valentina Picello e Chiara Stoppa con la supervisione di Arturo Cirillo (produzione ATIR Teatro Ringhiera dal 29 ottobre al 3 novembre); La donna più grassa del mondo di Emanuele Aldrovandi (4-9 febbraio 2020), che «attraverso una cifra grottesca e paradossale ci induce a riflettere sulla capacità dell’uomo di immaginare un modo alternativo per raggiungere la felicità che non lo condanni all’autodistruzione».

In apertura e chiusura di stagione, progetti Amadio/Fornasari, due successi prodotti dal Teatro Filodrammatici. N.E.R.D.s – sintomi è dal 15 al 27 ottobre, in questa edizione con Tommaso Amadio, Riccardo Buffonini (insieme nella foto), Emanuele Arrigazzi, Umberto Terruso protagonisti incapaci di comunicare e di capirsi, ma molto attenti a se stessi. Piena di sorprese e ritmata dalle risate, la pièce è di Bruno Fornasari anche regista, che dirige anche il «musical diverso» Appiccicati, dal 14 al 31 maggio 2020 con Marta Belloni, Cristian Ruiz (nella foto), Stefania Pepe e Antonio Torella al pianoforte. Tra eros e risate il musical, decisamente originale, si avvale di una messinscena non tradizionale molto effervescente: un successo da rivedere, come già hanno scoperto i nostri lettori attraverso la recensione pubblicata il 17 maggio. Ugualmente firmato da Bruno Fornasari, altro successo della scorsa stagione, è La Prova (9-26 gennaio), con cui si festeggerà anche l’ultimo dell’anno. Saranno in scena Tommaso Amadio, Emanuele Arrigazzi, Orsetta Borghero, Eleonora Giovanardi (il cast nella foto di Laila Pozzo).

Tornano anche il cult La Lettera di Paolo Nani (10-15.12) e, da altro teatro,produzione Teatro della Cooperativa, La molto tragica storia di Piramo e Tisbe che muoiono per amore, liberamente tratto – si fa per ridere ed è divertimento puro - dal Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare con testo e regia di Renato Sarti (3-8.3). A completare il cartellone troviamo dal 18 al 23 febbraio Cabaret Sacco & Vanzetti, con cui riflettere sull’oggi attraverso un fatto storico e, dal 17 al 22 marzo 2020, Intimità di Amor Vacui, definito «uno spettacolo intorno alla nostra tendenza a ripetere, nelle relazioni, gli stessi schemi di comportamento».

Appuntamento ormai abituale per il pubblico del Filodrammatici e molto atteso è il Festival Lecite/Visioni storie di amori lgbt promosso dal Teatro Filodrammatici di Milano con la direzione artistica di Mario Cervio Gualersi. Arrivato alla VIII edizione è sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese. Sarà dal 28 novembre al 1° dicembre.

Ospitato al Teatro Elfo Puccini dall’11 al 16 febbraio e successivamente al Teatro della Cooperativa è la produzione Sospetti (SUS). «L'autore Barrie Keeffe, oltre trent’anni fa, scrisse questo testo – ricordano - per raccontare un fatto di cronaca realmente accaduto e non lasciare che la storia di un giovane caraibico, immigrato di seconda generazione nell'Inghilterra thatcheriana, cadesse nell'oblìo ma diventasse, al contrario, emblema di una rinnovata lotta politica per costruire una nuova coscienza sociale». Con Tommaso Amadio nel ruolo del caraibico saranno in scena Emanuele Arrigazzi e Umberto Terruso.

Fino al 27 settembre 2019 sono in vendita degli abbonamenti a 10 spettacoli a prezzi decisamente convenienti (anche differenziati per età).

Teatro_Filodrammatici
Teatro_Filodrammatici
Teatro_Filodrammatici

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Martedì 16 Luglio 2019 ore 15:23:18
Mostro annuncia oggi il suo nuovo “The Warriors Tour” con 4 attesissimi live! https://t.co/bA7k5HEKUJ https://t.co/3YYAv68anT
Martedì 16 Luglio 2019 ore 12:36:24
#BattitiLive: secondo appuntamento mercoledì 17 luglio in prima serata su Italia 1 con Alan Palmieri ed Elisabetta… https://t.co/cbIcbuqXxl

Mailing List