Strehler in una mostra diffusa a Milano
Venerdì 5 Novembre 2021

Strehler in una mostra diffusa a Milano

Al Teatro alla Scala nel Ridotto e al Museo, al Piccolo Teatro, allo Strehler e al Teatro Studio Melato

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Strehler come non l’avete mai visto. Perché la mostra diffusa Strehler e i palcoscenici milanesi permette di scoprire tutti quei particolari degli spettacoli diretti da Giorgio Strehler che come spettatore sarebbe stato difficile cogliere. In più, aiuta a risvegliare ricordi e fa scoprire lavori che per età o altri motivi non erano stati visti. Passare dal Teatro alla Scala nel Ridotto e al Museo stesso della Scala e poi al Teatro Strehler, al Teatro Studio Melato e successivamente al Piccolo di via Rovello è come fare una immaginaria passeggiata accanto a Strehler. Si possono vedere a pochi centimetri di distanza, come non può avvenire a teatro, i tanti costumi dei lavori allestiti da Strehler negli anni: nel Museo quelli saliti sul palcoscenico della Scala e della Piccola Scala e quelli di prosa al Teatro Strehler. Si possono risvegliare ricordi attraverso le foto in bianco e nero. È possibile approfondire, leggendo i tanti testi che accompagnano i costumi e gli oggetti di scena ed è anche possibile vedere i bozzetti preparatori alla messinscena.

È una mostra diffusa che, come fa notare Claudio Longhi Direttore del Piccolo Teatro, rientra nella tradizione di dialogo tra le istituzioni milanesi che coinvolge anche la Fondazione del Corriere. A questo proposito Piergaetano Marchetti, Presidente della Fondazione, racconta che la nascita del Piccolo Teatro sul Corriere della Sera del 15 febbraio 1947 è una notizia di primo piano in prima pagina, di rilievo anche superiore a una che riguarda il consiglio comunale. Anche questa mostra è più un momento culturale che una celebrazione a 100 anni dalla nascita. Ed è capace di rendere vivo, oltre i confini temporali, ciò che è arte effimera come il teatro, in quanto spettacolo dal vivo, fondato sull’hic et nunc. 

È una mostra in grado di coinvolgere ed emozionare lo spettatore di oggi, dopo aver entusiasmato tutti coloro che a vario titolo se ne sono occupati: Dominique Meyer, Sovrintendente della Scala, parla proprio di affetto per chi ha fatto amare la bellezza del teatro. Di una possibilità di capire, attraverso le foto esposte a grandi dimensioni, come Strehler si immedesimasse nei personaggi più che guidare gli attori – come un «Madame Bovary c’est moi» di Flaubert - parla Vittoria Crespi Morbio, che ha curato il percorso espositivo.

Strehler e i palcoscenici milanesi è una mostra diffusa, parte del Progetto Strehler 100, in più spazi teatrali nel capoluogo lombardo, che hanno visto protagonista il grande regista. La Scala, per cui aveva curato la regia di molte opere liriche (35 regie d’opera a cominciare dalla Traviata del 1947), presenta “Strehler, il gesto, lo spazio”, curata da Vittoria Crespi Morbio nelle sale del Museo e nel Ridotto, e la mostra virtuale “Il soffio del vero poetico”, a cura di Franco Pulcini con le voci di Luca Micheletti e Andrea Jonasson.

Al Teatro Grassi, Strehler e Studio Melato, dal 5 novembre al 31 maggio 2022, è invece “Amo il teatro perché amo la vita” realizzata dal Piccolo Teatro di Milano, in collaborazione con Fondazione Corriere della Sera, aprendo i propri archivi e depositi per raccontare al pubblico il lavoro di Giorgio Strehler per quanto riguarda i lavori di prosa. E’ come, si legge nella presentazione «uno spazio attraversato da materiali eterogenei, come se fossero “in transito” da un luogo all’altro del teatro, per il montaggio o lo smontaggio degli spettacoli, appoggiati provvisoriamente in attesa di un loro utilizzo non meglio definito: è un riporre che implica uno spostamento, un’azione che libera i materiali di scena per metterli di nuovo a disposizione».

Nelle due foto Colombo, altrettante visioni dalla mostra alla Scala.

Nelle foto di Masiar Pasquali, l’installazione a colonna al Teatro Strehler; l’angolo dedicato all’incompiuta Così fan tutte nel foyer dello Strehler; l’Arlecchino al Piccolo Teatro Grassi.

Teatro
Teatro
Teatro
Teatro

Articoli Correlati

scopri tutto
ore
ore

Mailing List