Spettacoli che si intersecano per l’estate del Piccolo Teatro
Mercoledì 16 Giugno 2021

Spettacoli che si intersecano per l’estate del Piccolo Teatro

Tanti appuntamenti molto diversi, dal 21 giugno al 29 settembre, anche nei vari Municipi

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Tre filoni si intersecano a costituire la stagione estiva 2021 del Piccolo Teatro di Milano, dal 21 giugno al 29 settembre, che si sviluppa nel Chiostro Nina Vinchi e anche nelle tre sale, sempre con l’attenzione a una riapertura all’insegna della sicurezza e tenendo conto nella programmazione di tutti gli obblighi e le tante limitazioni imposte dalle norme anti covid. Da parte sua il pubblico, annota Salvatore Carrubba, presidente del Consiglio di amministrazione, già nelle prime giornate di spettacolo ha risposto con grande interesse e passione, oltre le aspettative.

Filone con molti appuntamenti,dal 21 giugno al 29 settembre, è Ogni volta unica la fine del mondo con sottotitolo Esercizi di sostenibilità per grandi e piccini. Di questo il direttore Claudio Longhi ha affidato la cura a una triade artistica: Marta Cuscunà, autrice e performer di teatro visuale, Marco D’Agostin, performer e coreografo, e l’ensemble teatrale lacasadargilla. «Le loro immaginazioni – si legge nella presentazione - costruiscono una riflessione estesa e profonda sulla sostenibilità, declinata in diverse accezioni: ambientale, economica, umana, sociale e artistica. Il Chiostro Nina Vinchi sarà la cornice principale degli appuntamenti, con spostamenti all’interno, nelle sale, soprattutto nel segmento di settembre». A ispirare le scelte è il punto di vista dominante, che unisce leggerezza e divertimento: come spiega Claudio Longhi, secondo quanto diceva Brecht «il teatro rimane teatro, anche se è teatro d’insegnamento; e, nella misura in cui è buon teatro, è anche divertente».

Il programma prevede dei reading, come La poesia degli alberi con Massimo Popolizio il 21 giugno che accosta la vita degli alberi a quella delle città, Escaped Alone di Caryl Churchill con Milena Vukotic il 30 giugno. Si prosegue, tra l’altro, con dei momenti particolari, definiti «dialoghi e pratiche alleanze multispecie» come la lezione di innesto botanico e pensiero filosofico prevista il 12 luglio e la lezione di etno botanica il 20 luglio. E ancora, Il pianeta delle piante con Stefano Mancuso il 21 luglio; Lo sguardo delle piante con le letture di Arianna Scommegna il 24 luglio.

La stagione estiva esce anche dalle mura del Piccolo per coinvolgere altri spazi metropolitani. Il filone Incursioni/Escursioni dal 15 giugno al 26 settembre coinvolge vari spazi milanesi, tra i quali Mare Culturale Urbano il 26 luglio o Cascina Merlata il 17 luglio. Nei vari spazi metropolitani sono previsti spettacoli di e con Stefano Massini dal titolo Not(t)e a piè di pagina (Redo, 6 luglio), di e con Marco Paolini Antenati e altre storie (Urbana New Living 11 luglio e Cascina Merlata 17 luglio), di e con Davide Enia Madrigali di rivolta (Chiostro e Parco Trotter 22-23.7, Mare Culturale Urbano 26 luglio, Casa Chiaravalle 27.7, Cassina Anna 28.7). In più serate, dal 15 giugno al 25 luglio e a settembre al Chiostro Nina Vinchi e al Teatro Grassi è in programma alle 19 Un ingresso secondario, che racconta la storia del luogo partendo dal Rinascimento.

Il terzo filone, destinato ad estendersi anche lungo tutta la prossima stagione fino al 14 agosto 2022, è il Progetto Strehler 100, con avvio nel giorno in cui cadrebbe il compleanno, il 14 agosto 2021, che segna il debutto del sito a lui dedicato. Non sarà una semplice rievocazione, ma proporrà dei momenti di incontro con il presente. Oltre alla coincidenza con l’anniversario, questo filone sottolinea anche un clima che si ripropone, perché, anche subito dopo la fine della seconda guerra mondiale, la nascita del Piccolo, voluto da un ventiseienne Giorgio Strehler insieme al ventottenne Paolo Grassi, segna la rinascita della città attraverso la cultura e il teatro. La serata Il mio mestiere è raccontare storie, collage di parole, musiche e immagini, in scena al Teatro Strehler venerdì 1° ottobre, si propone come un modo «per iniziare insieme e in presenza il lungo viaggio attraverso gli sconfinati territori del teatro strehleriano».

Settembre è anche l’occasione per recuperare due spettacoli del progetto Next, che i lockdown avevano bloccato. Mercoledì 22 settembre 2021 va in scena Sogno americano Chapter1#ray del Teatro del Simposio ispirato agli scritti di Raymond Carver. Il 23 settembre è la volta di Non un’opera buona sulla figura di Lutero.

L’estate del Piccolo a settembre, dal 10 al 19, si completa con Tramedautore, il festival internazionale delle drammaturgie arrivato alla 21ª edizione con in programma molti spettacoli.

Nella foto di Valeria Prina, un momento della conferenza stampa con, da sinistra, Salvatore Carrubba presidente del Consiglio di amministrazione, Filippo Del Corno assessore alla Cultura del comune di Milano, Claudio Longhi direttore del Piccolo, anche ritratto, nell’altra foto, da Masiar Pasquali.

Longhi

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
ore
ore

Mailing List