Scusa sono in riunione... ti posso richiamare? visto al Teatro Manzoni
Martedì 14 Dicembre 2021

Scusa sono in riunione... ti posso richiamare? visto al Teatro Manzoni

Risate, sorprese, tante considerazioni: tutto all’ennesima potenza

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Dalla laurea alla festa, alla scomparsa: con Scusa sono in riunione... ti posso richiamare? ora a Milano al Teatro Manzoni si prosegue tra continue sorprese, altrettanti suoni dei cellulari e ancor più risate del pubblico. All’inizio - è il 23 febbraio del 2006 - i 5 amici sono appena laureati. Lorenzo è l’unico che forse ha già un lavoro: ha un appuntamento con un direttore tivù.

15 anni dopo sono impegnatissimi, sempre al cellulare.  Separati, progressivamente ognuno sotto un cono di luce, rispondono «Sono in riunione: ti posso richiamare?»  anche quando la «riunione» non è strettamente di lavoro.

È una notizia del tutto inaspettata che li fa riunire tutti e quattro: Lorenzo è morto improvvisamente, ma ha lasciato una lettera invitandoli a ritrovarsi nel suo appartamento, come un tempo. Facile pensare a Il grande freddo: il richiamo cinematografico non è certo l’unico, tra battute, riferimenti, situazioni. Ma la deriva romantico-sentimentale - anche se si parla di amore, ma in tono scanzonato - è accuratamente evitata, virando piuttosto tra un susseguirsi di occasioni di risate, anche accompagnate dalla scoperta di quanto sono invecchiati. Si prosegue tra cremine antirughe, capelli ormai perduti, specchi che intimoriscono un po’, tutto visto con grande ironia. E nel discorso rientrano anche i dinosauri, con un risultato decisamente irresistibile per il pubblico, come lo è la telefonata di Mattia con la moglie di Tommaso. Quando, alla fine del primo atto, le luci sembrano lampeggiare con strani effetti si può immaginare che sta succedendo qualcosa. È il preludio a un secondo atto pieno di sorprese, battute, equivoci, senza paura del quasi politically scorrect, con contorno di armadilli, lexotan, guarana, il toccasana di Alice, effetti rallenty, a cui corrisponde un grande divertimento per il pubblico, che accoglie ogni momento con sonore risate. E siamo sicuri che all’ultimo momento non ci sarà un’ennesima sorpresa?

A fare da ambientazione è l’appartamento di Lorenzo, pieno di bottiglie e strane stampe alla parete. Le luci, più che mai, concorrono al racconto, come la musica, con momenti sonori, che inevitabilmente portano alla risata. Qui si muovono gli attori, tutti perfettamente in parte, ognuno con un carattere ben definito, con più di una sfaccettatura. Vanessa Incontrada è una Alice multitasking, cinica, ma per questo aspetto molto diversa da lei; Gabriele Pignotta è Mattia, che definisce più romantico; Fabio Avaro è Tommaso, quello apparentemente più equilibrato; Siddhartha Prestinari è una Nicole romantica, ma che può anche perdere il controllo. Nick Nicolosi è Lorenzo, l’amico morto con qualche segreto.

Si ride, ma non solo: ad accompagnare le risate, alla fine, sono molte considerazioni, perché sotto la lente d’ingrandimento sono i comportamenti di oggi con un ruolo ossessivamente dominante degli smartphone, che ha portato molti ragazzi a considerarli l’ideale strumento per avere un successo a tutti i costi perseguito. Insieme, si può ragionare sulla ossessiva voglia di apparire, che la televisione asseconda, soprattutto per chi non sa fare nulla.

Scusa sono in riunione... ti posso richiamare?
una commedia scritta e diretta da Gabriele Pignotta
Con Vanessa Incontrada, Gabriele Pignotta, Fabio Avaro, Siddhartha Prestinari, Nick Nicolosi
scene Matteo Soltanto; costumi Valter Azzini ; luci Pietro Sperduti; musiche Stefano Switala
foto Renzo Daneluzzi
produzione A.ArtistiAssociati direzione artistica Walter Mramor
a Milano al Teatro Manzonidal 10 dicembre 2021 al 2 gennaio 2022 (feriali ore 20,45 - domenica ore 15,30 - sabato 18 dicembre ore 15.30 e 20.45 - dal 24 al 30 dicembre riposo - San Silvestro ore 17,30 e 21,30 - 1 gennaio ore 20,45)

Scusa sono in riunione

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
ore
ore

Mailing List