Rosalyn visto al Teatro Verdi
Martedì 11 Aprile 2017

Rosalyn visto al Teatro Verdi

Una black comedy intrigante, ottimamente recitata da Marina Massironi e Alessandra Faiella e splendidamente diretta da Serena Sinigaglia

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

In questo caso il vero delitto è perderlo. Perché Rosalyn, scritto da Edoardo Erba, ora a Milano al Teatro Verdi, è una black comedy davvero intrigante, piena di sorprese, capace di soddisfare anche i più appassionati ed esperti giallisti. In una parola, è bello. Ogni tanto fa ridere, ma spesso sorprende.

Quando il pubblico entra in sala vede il sipario aperto su un palcoscenico inclinato, con una piastrellatura a scacchi bianco e nero, irregolare. Al centro, una sedia dove vedremo Esther, interpretata da Alessandra Faiella, giustamente sussiegosa, come il suo ruolo richiede. Molto diversa è l'altra interprete, Marina Massironi, che disegna una Rosalyn, addetta alle pulizie, dimessa, capace di sorprendersi, in ammirazione di Esther, la famosa scrittrice arrivata a Toronto per presentare il suo ultimo libro e autografarne le copie. È un duo perfetto, sorretto dalla regia di Serena Sinigaglia, che non fa mistero di amare i gialli. Insieme giocano con il pubblico, portandolo ad attraversare diversi stati d'animo, inducendolo a credere possibile una ipotesi e subito dopo il suo contrario. Lo portano in cima a un grattacielo che dà le vertigini e alle cascate del Niagara. Lo invogliano ad andare alla scoperta dello scrittore americano Sherwood Anderson e intanto si sente un colpo di pistola e il sangue scorre, anche se gli spettatori non lo vedono.

In una scenografia che non cambia - e non ci sarebbe motivo per cambiare -, mentre cambiano le situazioni, le due attrici rinunciano a quel ruolo comico per cui sono particolarmente famose, anche se non mancano alcune battute decisamente da ridere, e invece riescono a sorprendere continuamente.

È un peccato aggiungere qualsiasi altra parola, perché lo spoileraggio incombe. Urge però una raccomandazione: non distraetevi, perché ogni particolare potrebbe essere importante. E allora il divertimento intrigante è assicurato, grazie a questo giallo, destinato a rimanere nei ricordi degli spettatori, grazie a scrittura, recitazione delle due attrici, regia. E’ un peccato perderlo, appunto.

Rosalyn
di Edoardo Erba
con Marina Massironi e Alessandra Faiella
regia Serena Sinigaglia
assistente alla regia Mila Boeri, scenografia Maria Spazzi, costumi Erika Carretta, sound-light design Roberta Faiolo, fotografie Marina Alessi
co-produzione C.M.C - Nido di Ragno / Sara Novarese / Teatro del Buratto
a Milano al Teatro Verdi dal 4 al 23 aprile 2017 (riposo lunedì 10 e da venerdì 14 a lunedì 17 aprile) in prima nazionale (inserito in Invito a Teatro)

 

Rosalyn visto al Teatro Verdi

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Domenica 30 Aprile 2017 ore 16:15:55
Domani in Piazza San Giovanni in Laterano a Roma il concerto del #PrimoMaggio con @camilaraznovich e… https://t.co/2nq1BmO7Ek
Domenica 30 Aprile 2017 ore 12:29:18
Dal ritiro di Gatteo Mare parte il conto alla rovescia della Nazionale Cantanti verso la Partita del Cuore di Torin… https://t.co/ROKjE3krfc

Mailing List