Riccardo III visto al Litta
Giovedì 1 Marzo 2018

Riccardo III visto al Litta

La tragedia di Shakespeare con Corrado d'Elia diventa il videogame del potere e conquista lo spettatore

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Il videogame del potere: è il Riccardo III, in scena ora a Milano, al Teatro Litta MTM. A giocare è Riccardo, che muove incessantemente il joystick per far sì che il gioco gli permetta di raggiungere il massimo punteggio. Che dovrebbe coincidere con il raggiungimento del potere. Noi a teatro vediamo le mosse del gioco, non, di conseguenza, chi muove il joystick, di cui appunto sentiamo solo la voce, quella di Corrado d’Elia, fredda, implacabile, mai carezzevole, perfettamente aderente al ruolo di Riccardo III.

Ogni mossa successiva, che coincide con qualche uccisione, rappresenta un livello raggiunto, come si può leggere sullo schermo in fondo al palcoscenico. Le uccisioni si susseguono, si passa da un livello all'altro, il punteggio raggiunto continua a crescere, mentre la voce di Riccardo annuncia nuove trame e nuove uccisioni. Tutta la messa in scena è perfettamente aderente a quel mondo di videogiochi che è stato immaginato. Così le luci fluo (curate da Marco Meola) continuano a cambiare colore, contribuendo a rendere tutto lo spettacolo estremamente veloce, mentre danno il ritmo le musiche, rielaborazione di Tetris, il videogioco storico. E’ una scelta che appare non casuale, perché risulta che il gioco si conclude inevitabilmente con la sconfitta del giocatore.

Anche i costumi, tutti giocati sul nero con qualche particolare blu, appaiono perfettamente in tema. Li indossano i diversi personaggi che, come manovrati dal joystick di Riccardo, hanno a volte brevi battute o addirittura solo appaiono. Più corposi sono alcuni ruoli. Tra questi, Clarence (Paolo Cosenza), come testo comanda; Buckingham, di cui prima cogliamo l'asservimento, a cui Gianni Quillico dà tutta la necessaria ambiguità, finché arriva il momento del tradimento, con successiva uccisione, come si può leggere sullo schermo. Pronto ad uccidere a comando è il sicario Tyrrel, che vediamo passare da un lato all'altro della scena, secondo uccisione comandata.

A sovrastare la scena e i personaggi è un grande lampadario a gocce, tipo Murano, classico, ma fuori dal tempo, mai davvero tramontato. Perché questo è il videogioco del potere, della sete di potere, sempre attuale. Oggi come ieri. Nella realtà il personaggio storico di re Riccardo III è molto controverso. Forse il giudizio negativo è stato influenzato da interessi politici, ma con il tempo Riccardo III è diventato quello protagonista del dramma di Shakespeare, che lo ha elevato a emblema della ricerca insaziabile di potere. Ed è un personaggio così patrimonio di tutti, per quanto ce lo ha raccontato Shakespeare, che ha fatto molto clamore la ricerca e il successivo ritrovamento del suo scheletro, nel 2013 sotto un parcheggio a Leicester.

Dunque uno spettacolo che sa catturare l'attenzione dello spettatore e conquistarlo per ritmo velocissimo, recitazione mai enfatica e invece aderente ai differenti ruoli e messinscena. Che, come avviene nei videogame, mostra il videogiocatore come colui che muove tutti i personaggi, determinandone azioni e sorte. E aggiungiamo che in media ha 28 anni, età molto vicina a quella reale di Riccardo. E non dimenticando le parole più famose del Riccardo III, quelle che tutti ricordano e si aspettano, dimostra quanto il testo di Shakespeare sia ancora perfettamente attuale.

Riccardo III
di William Shakespeare
adattamento e regia di Corrado d'Elia
assistente alla regia Luca Ligato

con Corrado d'Elia (Riccardo), Andrea Bonati (Lord Hastings), Raffaella Boscolo (Regina Elisabetta), Marco Brambilla (Tyrrell), Giovanni Carretti (Tyrrell 2 / Lord Hastings 2), Paolo Cosenza (il Duca di Clarence / Lord Stanley), Gianni Quillico (il Duca di Buckingham), Chiara Salvucci, (Lady Anna), Antonio Valentino (Lord Rivers)

ideazione scenica e grafica Chiara Salvucci, tecnico audio Edoardo Ridolfi
tecnica e disegno luci Marco Meola
produzione Compagnia Corrado d’Elia

a Milano, MTM Teatro Litta dal 20 febbraio al 4 marzo 2018

Riccardo_III

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Mercoledì 14 Novembre 2018 ore 17:27:53
Sabato 17 novembre su Canale 5 #MariaDeFilippi inaugura la nuova stagione del talent show Amici #Amici18 https://t.co/IjWEePwfSc
Mercoledì 14 Novembre 2018 ore 17:22:00
"Hot Wheels” il nuovo singolo di Gallagher https://t.co/G4oD7ooGN2 https://t.co/1EW0tDWRf9

Mailing List