Riapre la Casa degli Artisti a Milano
Venerdì 6 Settembre 2019

Riapre la Casa degli Artisti a Milano

Nella grande casa totalmente ristrutturata gli artisti potranno progettare, creare, produrre, far conoscere i propri lavori

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Tanta luce, grandi spazi per favorire creatività e condivisione: riapre la Casa degli Artisti a Milano in corso Garibaldi 89A. Si propone come un centro di ricerca e produzione multidisciplinare e intergenerazionale, con l'intenzione di accogliere artisti di ambiti e di età differenti.

Qui gli artisti - in nome della multidisciplinarità - trovano uno spazio in cui progettare, creare, produrre, far conoscere i propri lavori. È una condivisione di spazi, intenti, progettualità, favorita dall'incontro tra pubblico e privato. Un bando ha permesso ad Ats, che lo ha vinto e comprende 5 associazioni molto diverse tra loro, di cogliere l'opportunità offerta dalla ristrutturazione e assumersi le relative responsabilità. Capofila è Zona K, che i nostri lettori ben conoscono, attiva in ambito teatrale e performativo con progetti che spesso escono dalla sede di via Spalato. Con loro sono altre quattro associazioni. Atelier Spazio XPO’ si occupa di riqualificazione urbana attraverso l'arte, come è avvenuto con Nolo. That’s Contemporary si occupa di comunicazione per quanto riguarda gli eventi artistici. Centro Itard Lombardia valorizza le imprese culturali attive. Nic accoglie persone che vivono nel quartiere e lavorano in campo artistico pur con attività differenti. Partner esterno è Future Fond, che sviluppa progetti di rigenerazione urbana.

La Casa degli Artisti dispone di complessivi 1250 mq di superficie coperta, a cui si aggiungono 450 mq di spazi esterni, di cui una parte a verde e una pavimentata, parzialmente protetta da pensilina e pergola (qualche angolo esterno e i protagonisti coinvolti nelle foto di Valeria Prina).

Con ingresso da via Tommaso da Cazzaniga, su due piani con altissimi soffitti e ampie vetrate studiate per garantire il massimo della luce è stato il primo palazzo in cemento armato in Italia, un aspetto che è stato mantenuto come le colonne in mattone a vista. Ugualmente mantiene il nome di Casa che lo caratterizzava alle origini, per sottolineare l'intenzione di ospitare progettualità e produttività di artisti (non abitazione) ed è stato un dono dei fratelli Bogani nel 1909. Un dono comporta un dare e un ricevere: quanto lì progettato verrà condiviso con il pubblico. L'inizio delle attività è previsto da gennaio 2020. È anche in programma un bistrot aperto al pubblico.

Intanto, in occasione della presentazione della Casa degli Artisti Filippo Del Corno ha annunciato la titolazione del giardino confinante a Pippa Bacca, l'artista anticonformista che non ha esitato a sacrificare la propria vita per portare avanti il suo progetto artistico. Lei non ha avuto fortuna, ma continua a indicare la necessità di condividere l'arte con coraggio anche con chi ne è distante.

casa_degli_artisti
casa_degli_artisti
casa_degli_artisti

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Mercoledì 13 Novembre 2019 ore 19:14:07
@taylorswift13: esce oggi il singolo #Lover (Remix) ft. @ShawnMendes https://t.co/NmAgIHDVZC https://t.co/8aITj0PPNs
Mercoledì 13 Novembre 2019 ore 19:11:39
#XF13: giovedì 14 novembre ospiti @GiannaNannini e @Mabel @XFactor_Italia, alle 21:15 @SkyUno… https://t.co/5PLE7nkfxt

Mailing List