Per i 90 anni dalla nascita di Marco Ferreri il doc David di Donatello
Giovedì 10 Maggio 2018

Per i 90 anni dalla nascita di Marco Ferreri il doc David di Donatello "La lucida follia di Marco Ferreri"

Venerdì 11 maggio alle 22.15 su Sky Arte HD

Antonio Galluzzo
scarica l'articolo in formato pdf

Vincitore del David di Donatello 2018 come miglior documentario e dei Nastri d’Argento, venerdì 11 maggio alle 22.15, in occasione dei 90 anni della sua nascita, va in onda in prima visione e in esclusiva su Sky Arte HD (canale 120 e 400 di Sky) La lucida follia di Marco Ferreriil documentario di Anselma dell’Olio, prodotto da Nicoletta Ercole e Mauro Cappelloni in associazione con Riccardo Di Pasquale che indaga nel cosmo unico, insieme sovrannaturale e terragno di uno straordinario artista. Un uomo che abbandona gli studi di veterinaria ma mai gli animali, scegliendo di occuparsi principalmente dell’essere umano nella sua essenzialità corporea e desiderante. 

Per avvicinare al mondo frastagliato e organico, per alcuni ostico di Ferreri, il film di Anselma dell’Olio propone degli estratti dei suoi film spagnoli, italiani e francesi, tra cui El cochecito, La cagna, L’ultima donna, Dillinger è morto, La grande abbuffata, Chiedo AsiloCiao maschio, Storia di Piera, La donna scimmia. Ascoltiamo il controverso regista riflettere sulla nomea di “provocatore” che l’ha sempre seguito, perennemente accompagnato da censure, scandali, contestazioni, accuse velenose.

Vi sono le risposte ironiche e taglienti sue e dei suoi sostenitori più celebri e affezionati: Marcello Mastroianni, Ugo Tognazzi, Michel Piccoli, Philippe Noiret, e Ferreri stesso. Li ritroviamo in pieno vigore nei materiali d’epoca e backstage dell’Istituto Luce, Raiteche e archivi francesi, alcuni inediti in Italia.

Ci sono testimonianze nuove, illuminanti sul suo modo di dirigere gli attori, offerte dai protagonisti che hanno dato il soffio della vita ai suoi personaggi (Roberto Benigni, Hanna Schygulla, Isabelle Huppert, Andréa Ferreol, Ornella Muti), i collaboratori più stretti (il musicista Philippe Sarde, il regista Radu Mihaileanu) lo scenografo Dante Ferretti, un forbito luminare del mitico Cahiers du cinéma (Serge Toubiana). Arguto, mirabile, penetrante è la poesia che fa da prologo al film, dedicata a Ferreri, scritta e recitata da Benigni. Il film compone, come in un mosaico, l’arte, il carattere, la poesia, il pensiero e la visionarietà di un autore inclassificabile.

Un film che tenta di consegnare le chiavi per accedere all’universo prodigioso e carnale di Ferreri che con rovente compassione ha scandagliato senza ipocrisia l’accidentato viaggio terrestre degli esseri umani.

Ferreri

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Venerdì 25 Maggio 2018 ore 15:40:00
"Jesse James e Billy Kid" è il nuovo singolo e video dei @Baustellemusic https://t.co/oP29hjFxmx https://t.co/XDtwwBxlB3
Venerdì 25 Maggio 2018 ore 12:41:08
@DearJackOf: L'8 giugno esce il nuovo album "Non è un caso se". In radio il grande ritorno con “Non è un caso se l'… https://t.co/c9cnbsP0HS

Mailing List