NoLo Fringe Festival, il festival di arti performative dal 4 al 12 settembre
Venerdì 3 Settembre 2021

NoLo Fringe Festival, il festival di arti performative dal 4 al 12 settembre

Oltre a NoLo coinvolge Casoretto, Adriano, Benedetto Marcello e Cistà

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Più quartieri di Milano coinvolti. È una delle novità che caratterizza la terza edizione del NoLo Fringe Festival, il festival di arti performative in programma a Milano dal 4 al 12 settembre 2021. Questa volta varca i confini di NoLo, per raggiungere i limitrofi Casoretto, Adriano, Benedetto Marcello e Cistà (Citta Studi-Acquabella), coinvolgendo realtà e associazioni che vivono e operano in quel quartiere. Così sono state studiate delle camminate per far conoscere la zona e sono stati coinvolti locali che hanno conosciuto lunghe chiusure causa lockdown e tradizionalmente non deputati alla cultura o allo spettacolo. Addirittura un quartiere come Adriano, tra i cinque coinvolti, non ha spazi culturali ed è considerato come un dormitorio. Altri hanno la fama di quartieri difficili o con una storia poco conosciuta come Casoretto, da scoprire grazie, appunto, a una camminata.

Il pubblico, da parte sua, ha risposto con entusiasmo: nelle prime 13 ore ha prenotato quasi mille biglietti sul sito eventbrite.it. Nella maggior parte trova spettacoli gratuiti, come un piccolo prezioso regalo; in pochi altri casi a pagamento, perché è giusto che cultura e spettacolo vengano pagati. Trova spettacoli volutamente non con un tema comune e invece di genere molto diverso, di divertimento, prosa, stand up comedy, teatro-canzone e anche con temi attuali, affrontati per stimolare un dialogo. C’è anche uno spettacolo che è un videogioco per uno spettatore alla volta.

Nel programma ufficiale gli spettacoli - su oltre 200 proposti dalle compagnie ne sono stati selezionati 8, scelti per dare una varietà di stili - si ripetono durante le diverse serate sugli otto palchi principali del festival e verranno votati dal pubblico per eleggere un vincitore, che verrà inserito nella prossima stagione di Campo Teatrale. L’Extra invece offre visioni singole. In tutto, quasi 100 appuntamenti.

A corollario dell’offerta sono i laboratori, compreso quello con le Nina’s Drag Queen, andato subito esaurito.

Il pubblico troverà anche tracce dal Giro d’Italia, che difficilmente riconoscerà. Perché, in nome della ecosostenibilità, gli allestimenti sono stati realizzati riciclando elementi utilizzati nelle precedenti edizioni, ma anche recuperati tra quelli usati per il Giro d’Italia. Risultato di questa attenzione è anche il simbolo di questa edizione, la balena, color magenta, assemblata appunto con elementi di precedenti allestimenti.

NoLo

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
ore
ore

Mailing List