Mtm stagione 2017/2018
Sabato 23 Settembre 2017

Mtm stagione 2017/2018

46 spettacoli a Milano che spaziano tra prosa, danza, performance, musica per Manifatture Teatrali Milanesi con Teatro Litta, Cavallerizza, Teatro Leonardo

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Nuovi ruoli chiave per alcuni nomi ben conosciuti nel mondo del teatro milanese, 46 spettacoli per un totale di 270 alzate di sipario, 10 produzioni: questa è in sintesi estrema la stagione 2017/2018 di Mtm Manifatture Teatrali Milanesi, che, pur mantenendo la loro identità, comprende Teatro Litta con la sala principale e la Cavallerizza e Teatro Leonardo.

Nuovo presidente di MTM è Gaia Calimani, che parla di «un momento positivo, di sfida, molto motivante», mentre, come già annunciato su spettacolinews, Paolo Scotti è il nuovo direttore artistico di Teatro Leonardo. Inoltre, un nuovo abbonamento Compagnia Corrado D’Elia per i suoi 4 spettacoli, che, oltre a Io Ludwig van Beethoven, Riccardo III comprende le due novità Poesia la vita al Leonardo dal 3 al 13 maggio e Dante Inferno alla Cavallerizza dall’11 al 23 giugno 2018.

Non una voce univoca. MTM vuole portare avanti una pluralità di voci: tanti occhi che guardano il mondo. Così la stagione 2017/2018 ha per titolo “Con te” ed è simboleggiata da un cuore con le ali, perché, spiega Antonio Syxty «Vogliamo stare con il pubblico e facciamo tutto con il cuore». Questa condivisione di intenti ha animato anche Paolo Scotti, che è entusiasta del nuovo impegno e ha coinvolto quelli da lui definiti amici, persone che condividono la sua visione del fare teatro: raccontare le cose della vita in tanti modi. Così nel cartellone troviamo dal 13 al 29 marzo gli Oblivion con The Human Jukebox - versione 2018, uno spettacolo dedicato a Giorgio Gaber che ne ripropone le tematiche (Far finta di essere G dall’8 al 12 novembre, nella foto), il sorprendente Mentalista con Prodigi dal 28 dicembre al 7 gennaio, Senti che bel rumore che racconta con la danza le canzoni d'autore italiane (17-27.5). Altri titoli rappresentano ciò che il teatro può fare per affrontare tematiche importanti: È il caso di La paranza dei bambini di Roberto Saviano (nella foto), che dal 22 febbraio al 4 marzo racconterà una verità cruda, violenta, senza scampo, quella dei ragazzini della camorra.

Ad aprire la programmazione al teatro Leonardo il 10 ottobre sarà La tempesta interpretata dai neo diplomati di Grock scuola di teatro. Tra le altre produzioni Mtm troviamo la trilogia della villeggiatura e, ugualmente al Leonardo, Fuori misura (Leopardi, ma oltre la scuola) e Sinceramente bugiardi, la brillante, scoppiettante commedia in una edizione totalmente nuova, che vede in scena Maria Teresa Ruta, Guenda Goria, Gaetano Callegaro, Francesco Enrico dal 18 al 28 gennaio 2018.

Alla Cavallerizza si potrà vedere Anna K, liberamente ispirato ad Anna Karenina dal 6 all'11 marzo e al Litta Cyrano sulla luna dal 31 gennaio all'11 febbraio e, dal 27 giugno al 7 luglio, La grande rivolta, progetto di performance a teatro di Antonio Syxty, definito un happening, che rientra in Il teatro del mondo. Parte dello stesso progetto è anche Architettura addio dal 10 al 18 marzo. È invece considerato un progetto speciale Il sondaggista con sottotitolo I danni del teatro che vede in scena Renato Mannheimer diretto da Alberto Oliva, un esperimento che mixa sondaggi e Cechov riecheggiando I danni del tabacco dove di tutto si parla salvo che del tema previsto. Sarà alla Cavallerizza dal 9 al 12 novembre.

Tra le ospitalità troviamo Opera Antigone al Litta dal 21 al 26 novembre con la regia di Francesco Leschiera, che secondo la tradizione del Teatro del Simposio rielabora il dramma di Sofocle. A precederlo nella stessa sala, dal 15 al 19 novembre, sarà Un principe ispirato all'Amleto di Shakespeare (nella foto). La stessa sala ospiterà dal 18 al 28 gennaio Salomè di Oscar Wilde con Mino Manni, Giovanna Rossi, Valentina Viola, diretti da Alberto Oliva che ha per tema il gioco dei potenti. Ugualmente in prima nazionale sarà A Single Man dal 5 al 15 aprile, progetto e regia di Pasquale Marrazzo. E’ invece una ripresa L’inquilino con la regia di Claudio Autelli, che dal 24 al 29 ottobre al Litta, come in un thriller, farà vivere agli spettori gli incubi del protagonista.

Dal 21 al 27 maggio è invece in programma Apache, la linea studiata da Matteo Torterolo, che per questa quarta edizione si presenterà rinnovata, come Apache Week, concentrando in una settimana spettacoli di teatro, danza, musica, video, che coinvolgeranno tutti gli spazi del Litta.

L’apertura di stagione, dal 29 settembre all'8 ottobre al Litta e alla Cavallerizza, è con Hors House of the Rising Sun, che si propone come un campus, un cantiere che vede nascere il teatro di domani.

 

MTM
MTM

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Domenica 17 Dicembre 2017 ore 11:49:53
Ancora un ottimo risultato di audience per la puntata di “Amici” che ieri ha registrato una share del 18.59 % pari… https://t.co/QCZoEGhNzo
Sabato 16 Dicembre 2017 ore 17:01:53
Prosegue la gara di inediti tra i cantanti della scuola di “Amici”, a partire da venerdì 15 dicembre, sono finalmen… https://t.co/Zk2rnnpRY1

Mailing List