The Merchant of Venice
Mercoledì 7 Maggio 2014

The Merchant of Venice

Inaugura un nuovo prestigioso negozio: spezieria Ercole d'oro

Cristian Pedrazzini
scarica l'articolo in formato pdf

La famiglia Vidal per il suo ultimo ambizioso progetto, The Merchant of Venice, composto da una linea di alta profumeria ispirata all’arte profumatoria veneziana, sceglie un’altra location di prestigio per l’apertura del suo secondo flagship store del brand: l’antica spezieria all’Ercole d’Oro in Santa Fosca, a Venezia.

Gli arredi barocchi della Spezieria all'insegna dell’Ercole d'Oro costituiscono uno degli esempi più significativi di farmacia veneziana «con fedeltà conservato come in antico». L'eccezionalità storico-artistica dell'insieme architettonico e plastico-figurativo rendono questo un ambiente di impareggiabile bellezza, meta quotidiana di visitatori ammirati, fra cui i forestieri che da tutto il mondo vengono a Venezia.

Sopra le scaffalature, a ridosso del soffitto con travature ‘alla sansovina’, i timpani spezzati delle porte accolgono busti e teste di carattere alternati a figure allegoriche. La fantasiosa invenzione presenta affinità con l'opera di Francesco Pianta il Giovane (1630-1690), autore, nella Scuola grande di San Rocco, delle sculture e dei dossali lignei dell’arredo della Sala superiore.

Esercitava qui il celebre farmacista, chimico e botanico Giovanni Girolamo Zannichelli (1662-1726), con licenza di produrre e commerciare «un preziosissimo farmaco: le pillole dette ‘del Piovan’, d’origine antichissima e inventate, secondo una tradizione, da un parroco della vicina chiesa di Santa Fosca. Farmaco salito a gran fama per la sua efficacia, specialmente quando di esso dovette occuparsi anche il Governo della Serenissima, dietro richiesta di Gian Girolamo Zannichelli, ‘Spezier all’Ercole d’oro, del 1701, che volle, continuandone la manipolazione, difenderlo dalle fraudolente falsificazioni.

Carlo Pedrazzini (in “La farmacia storica ed artistica italiana”, Milano, Edizioni Vittoria, 1934) descrive così questo spazio: «una fastosità fatta di pilastrini, di cornici, di timpani, di riquadri arzigogolati e volute a gobbe, di figure simboliche, di statue, che serrano così bene, e illeggiadriscono con grazia i grandi armadi tutti in legno massiccio, e le porte poderose sorridendo, aiutati dai bianchi riflessi dei bei vasi allineati in buon ordine, al mobilio, […], al soppalco variatamente dipinto nella leggiadria regolare delle sue travi»

A Venezia, ci sono ora due nuovi preziosi indirizzi da segnare in agenda: Farmacia San Fantin e Spezieria di Santa Fosca. Due luoghi “fatti di luce e di sensazioni olfattive” in cui grazie a sofisticate scelte illuminotecniche vengono messi in risalto l’eccezionale contesto ligneo e la qualità della ricerca estetica delle bottiglie in vetro del Mercante.

Tradizione, innovazione, memoria e contemporaneità sono gli ingredienti alla base del progetto di restauro di questi due antichi gioielli, che ora ospitano le nuove fragranze e gli oggetti delle collezioni The Merchant of Venice.

 
The Merchant of Venice

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Martedì 25 Febbraio 2020 ore 15:11:13
RT @iricchiepoveri: Buon martedì! Anche su @SpettacoliNEWS ➡️ https://t.co/stAe9jGMTS si parla del nuovo videoclip de L'ULTIMO AMORE. ➡️ ht…
Martedì 25 Febbraio 2020 ore 11:09:19
Buon compleanno @francescacheeks ❤️ https://t.co/HyskULFPXZ

Mailing List