Mannarino: da venerdì 15 ottobre il nuovo singolo
Mercoledì 13 Ottobre 2021

Mannarino: da venerdì 15 ottobre il nuovo singolo "Ballabylonia" tratto dall'album "V"

Antonio Galluzzo
scarica l'articolo in formato pdf

Sarà disponibile in radio da venerdì 15 ottobre “Ballabylonia”, il nuovo singolo di Mannarino che fa parte di “V”, l’album uscito lo scorso 17 settembre in versione cd e doppio vinile oltre che su tutte le piattaforme digitali di streaming e download. 

Dopo Africa che ha aperto il nuovo progetto di Mannarino e Cantarè, arriva “Ballabylonia” che racconta la storia di una ragazza della giungla attirata dalle luci della grande città, del villaggio globale. È una Iracema contemporanea e futura, che a suo modo affronta il grande serpente, viene avvolta dalle sue spire in una danza frenetica ed elettrica.  L’euforia al neon maschera pericoli e fregature, è un altro tipo di giungla, ma molto più pericolosa. E così quello che sembrava un amore si rivela uno sfruttatore, e Miss Lova Lova diventa Miss Loca Loca, una “garota de Ipanema” sotto ad una doccia ghiacciata, con tante lingue diverse nella testa che non dicono niente, e il suono più comprensibile e significante ad un tratto sembra quello del tamburo lontano della sua tribù.

La cover del disco raffigura una donna combattente, guerriera. L’immagine è l’unione di due elementi: la donna e la resistenza indigena fusi insieme in un’azione, quella di calarsi il passamontagna - o forse di toglierlo - immagine evocativa di una entrata in azione, un’azione che è difesa non violenta, poetica e ispiratrice. Calarsi il passamontagna per andare in guerra o toglierlo per mostrare e difendere la propria identità? Un’immagine contemporanea che trova la sua forza in una nuova tribalità, allo stesso tempo antica e futura.

Prodotto dallo stesso artista, registrato tra New York, Los Angeles, Città del Messico, Rio De Janeiro, l’Amazzonia e l’Italia e con il coinvolgimento - su alcuni brani - dei produttori internazionali Joey Waronker (Beck, REM, Atoms for Peace) e Camilo Lara (Mexican Institute of Sound) oltre che di Tony Canto e Iacopo Brail Sinigaglia, l’album è un invito ad appellarsi alla saggezza ancestrale degli esseri umani. Un disco che parla le lingue del mondo, intriso di suoni di foresta e voci indigene registrate in Amazzonia. Mannarino va alla ricerca della sorgente tribale e atavica dell’umanità, proposta come unico e potente antidoto contemporaneo alla brutalità del disumano. Natura, patriarcato, animismo, femminilità, rapporto uomo-donna, sono questi solo alcuni dei temi affrontati dal cantautore nel disco più politico e visionario della sua carriera dove l’amore, l’irrazionale e un senso magico della vita diventano strumenti reali di decolonizzazione del pensiero e di resistenza umana. Il disco, anticipato dai singoli “Africa” e “Cantarè”, ha debuttato alla #2 della classifica FIMI degli album più venduti e alla #1 in quella dei vinili.

Mannarino: da venerdì 15 ottobre il nuovo singolo

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto
ore
ore

Mailing List