Le ragazze raccontano durante la stagione teatrale MTM 2019-2020
Martedì 15 Ottobre 2019

Le ragazze raccontano durante la stagione teatrale MTM 2019-2020

La voce delle ragazze si farà sentire nelle tre sale MTM per stimolare alla lettura, far conoscere altre donne, indurre a considerare punti di vista differenti

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Un megafono: è il logo che ben sintetizza la voce che viene data alle ragazze per coinvolgere il pubblico nelle tre sale Mtm (Litta, Cavallerizza, Leonardo). “Le ragazze raccontano” dice il logo: lo fanno stimolando alla lettura  di libri, portando alla scoperta di personaggi famosi nel bene e nel male, ma anche sconosciuti e permettendo di accostare la visione di una autrice. Il programma è stato studiato da Gaia Calimani e Valeria Cavalli e vede la maggior parte degli spettacoli ospitati nella sala La Cavallerizza, che consente uno stretto contatto con il pubblico.

In un'epoca in cui sono sempre più numerosi quelli che scrivono e pubblicano libri e sempre meno sono i lettori Atir ha pensato di stimolare alla lettura con Viaggio attraverso i romanzi del ’900. Come avveniva in Fahrenheit 451 sei attrici leggono dei brani tratti ognuna da un libro rilevante del ‘900 a un pubblico seduto in platea, una domenica al mese alle ore 19.30, dal 20 ottobre al 15 marzo 2020. Qualcuno magari ha letto le sue poesie, ma certo molti di più sono quelli che ne hanno sentito parlare. Senza filtro - uno spettacolo per Alda Merini permette di scoprire chi era Alda Merini attraverso la voce di chi l'ha conosciuta e frequentata. Filtrata da Fabrizio Visconti e Rossella Rapisarda, rispettivamente anche regista e interprete, la pièce,dall’1 al 3 novembre, fa rivivere la poetessa milanese attraverso aneddoti, immaginando in scena il suo angelo custode. Un personaggio assolutamente negativo è invece protagonista di Eva (1912-1945). Federica Fracassi dal 22 al 27 ottobre porta in scena Eva Braun, la compagna di Hitler, per la quale alla fine il pubblico ha quasi una sorta di compassione. La pièce fa parte della trilogia " Innamorate dello spavento " scritta da Massimo Sgorbani, con cui racconta tre figure che ruotano intorno a Hitler: le altre sono il suo cane Blondi ammazzata crudelmente, Magda Goebbels.

Altro personaggio molto famoso, ma questa volta in positivo, è Clara Schumann al centro della pièce La pianista perfetta di Giuseppe Manfridi con la regia di Maurizio Scaparro: Guenda Goria, oltre a raccontare un personaggio di successo, svela anche una sua passione, quella per la musica e il pianoforte, che condivide con quella per il teatro. E’ in cartellone al Teatro Litta dal 29 gennaio al 2 febbraio.

Passione diversa, desiderio di maternità è al centro di Modern Family 1.0 con Annagaia Marchioro, che,  dal 12 al 17 maggio al Teatro Litta, racconta una famiglia formata da due donne. Una famiglia diversa (forse), felice certo.

Molto meno felice, ma certo ostinata è la “giovane” donna “brutta” protagonista di La merda, che Silvia Gallerano porta il 14 e 15 febbraio al Teatro Leonardo dopo il successo delle precedenti edizioni.

Donne a un punto di svolta sono protagoniste di Talking heads II (Notti nei giardini di Spagna, Miss Fozzard si rimette in piedi) di Alan Bennett. Sono irriverenti e caustici monologhi interpretati da Michela Cescon con la regia di Valter Malosti, dal 26 al 29 marzo al Teatro Litta. Mentre Irene Serini con Abracadabra – Incantesimi di Mario Mieli dal 5 al 10 maggio mette al centro una figura unica nel panorama culturale italiano, poeta e filosofo, attore e militante, maschio e femmina.

Tra i confini sempre più incerti dell’identità di genere è La Maschia di Claire Dowie dal 19 al 24 novembre.

Vecchia, sporca e cattiva, dal 4 all’8 marzo, fa da megafono alla voce di quella che era stata anche anagraficamente una ragazza. Con la pièce  di Nadia Del Frate e Claudio Intropido, rispettivamente anche interprete e regista, protagonista è una anziana ora in un ricovero. Le ragazze raccontano si propone anche di evidenziare la creatività femminile. Così lo sguardo di due ragazze è al centro di due spettacoli molto diversi tra loro. Con Bloody Mary – Una sera con Dracula, dal 21 al 26 gennaio, Debora Virello, continuando a studiare le connessioni tra romanzo, teatro e contemporaneità porta tutti intorno a un tavolo. Come indica il titolo, Arianna Porcelli Safonov al Teatro Leonardo con Rìding Tristocomico il 19 ottobre e il 25 febbraio mostra un lato tra il triste e il comico. Tra reading e improvvisazione, basato su ciò che l’autrice ha scritto, raccoglie alcuni monologhi che raccontano quanto l'essere umano voglia elevarsi, ma finisca con l'apparire ridicolo. Momenti teatrali differenti dunque, per dare voce alle ragazze, che non è una connotazione anagrafica, ma una categoria mentale, che indica uno spirito vivace, allegro, capace di andare oltre le convenzioni. Per coglierlo appieno è stata anche studiata una card-abbonamento a prezzo politico. Intanto si annuncia una sinergia con quanto promosso dal Comune, come annuncia Filippo Del Corno, assessore alla cultura per il Comune di Milano. Come il 2019 ha messo Leonardo al centro della cultura milanese, così il 2020 sarà dedicato al talento delle donne, con iniziative che da un lato esalteranno alcune figure femminili che hanno segnato un'epoca o hanno superato delle difficoltà, magari ora dimenticate, dall'altro cercherà di rispondere alla domanda se esiste uno specifico sguardo femminile.

Le ragazze raccontano durante la stagione teatrale MTM 2019-2020

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Domenica 17 Novembre 2019 ore 18:42:44
HARPY BABY TO YOU! #domenicalive #spettacolinews #giucascasella #happybirthday #buoncompleanno #barbaradurso https://t.co/uOyqLP9ITR
Domenica 17 Novembre 2019 ore 16:13:46
Ornella Vanoni show su Rai1: “Non si vede un ca**o” 🤣🤣🤣 #Spettacolinews #OrnellaVanoni #UnaStoriaDaCantare https://t.co/OX91FjhB5I

Mailing List