Le nuove frontiere del viaggio: il marketing turistico tra robot e realtà aumentata
Lunedì 11 Febbraio 2019

Le nuove frontiere del viaggio: il marketing turistico tra robot e realtà aumentata

Cristian Pedrazzini
scarica l'articolo in formato pdf

L’industria del turismo è uno dei settori che negli ultimi anni ha maggiormente beneficiato delle più recenti innovazioni tecnologiche. Sia rispetto al customer che nei confronti di un business sempre più attento a una comunicazione digitale, per rendere l’esperienza turistica quanto più soddisfacente e appagante per il cliente.

A partire dal momento della scelta della destinazione dove gli ormai tradizionali sistemi di localizzazione in tempo reale di alberghi, ristoranti e luoghi di interesse hanno reso più facile e perché no, divertente la scelta del posto in cui soggiornare o mangiare.

Il viaggio stesso si è trasformato in un’esperienza interattiva degna del miglior videogame di fantascienza. Le innovazioni attuali del settore puntano a immergere il turista o viaggiatore che sia in uno spazio fisico più ricco e appagante grazie all’apporto delle nuove tecnologie.

Le vecchie guide cartacee vengono allora sostituite, in un’ottica mobile friendly, da applicazioni capaci di migliorare la journey experience come FieldTrip sviluppata da Google. Si tratta di una vera e propria guida digitale che permette all’utente di scoprire, grazie all’accesso a un enorme database di informazioni, i luoghi nascosti, curiosi, singolari che si trovano vicino a noi. Grazie a un sistema di geolocalizzazione è l’app ad avvertirci quando ci avviciniamo a qualcosa di interessante sia che si tratti di una meta culturale, un ristorante o un posto dove fare shopping. L’informazione è dunque personalizzabile sia in termini di interesse che di distanza da parte dell’utente.

L’applicazione di innovazioni di questo tipo trova spazio anche nel settore del turismo outdoor in aumento negli ultimi anni anche in Italia con previsioni di crescita per il 2019 del +3%. Lo smartphone si trasforma allora in uno strumento che permette grazie ad app come View Ranger, di visualizzare anche offline là dove la connessione è scarsa e inaffidabile, sentieri, strade e percorsi all’aperto. Grazie poi allo strumento Skyline lo smartphone si trasforma in un dispositivo per la realtà aumentata che mostra i luoghi di interesse del paesaggio circostante come laghi, fiumi bivacchi con relative informazioni.

L’apporto delle nuove tecnologie si integra comunque anche con gli strumenti tradizionali del marketing turistico, strumenti che mutuano tecniche ormai consolidate in tanti altri settori. Le offerte di pacchetti, di buoni sconto e promozioni sono oggi veicolate attraverso l’uso dell’email marketing che può avvalersi ad esempio di uno storytelling applicato alla newsletter con risultati di fidelizzazione particolarmente significativi, dato che le storie, quelle buone e i racconti hanno la capacità di catturare l’attenzione dei clienti. Il medium continua a essere ovviamente quello digitale che mutua dal marketing tradizionale tecniche e strategie.

Altro caso è quello dei bonus di benvenuto che trovano una molteplicità di applicazioni dal settore dell'accoglienza fino a quello del gaming online. In quest’ultimo caso piattaforme come SportPesa Italia si avvalgono ad esempio per accogliere nei loro spazi digitali i nuovi clienti con con bonus di benvenuto e promozioni speciali per rendere più ricca e appagante la customer experience. Una strategia di marketing che ricorda da vicino quella di importanti piattaforme di OTA (Online Travel Agency).

Vi sarà di certo capitato di accedere ai vari siti di agenzie di viaggio online come Booking o Expedia e avrete di certo notato come la relazione tra business e customer viene, attraverso la newsletter, gestita proprio grazie a strategie di marketing basate sui coupon di sconto, bonus di benvenuto e promozioni tagliate ad hoc per i nuovi utenti. È questo il mondo del marketing 2.0 che come abbiamo visto non si limita solo al comparto turistico, ma attraverso canali come la newsletter può essere esteso a tanti altri settori, da quello della cultura passando per l’immobiliare e al settore del gaming online.

Ma se cerchiamo nel vasto campo dell’industria turistica le innovazioni più fantascientifiche non possiamo che andare alla ricerca di robot e androidi. E per farlo non è necessario visitare il CES di Las Vegas, una delle più grande fiere al mondo dedicata alla tecnologia e all’elettrronica, visto che  proprio in Italia, presso l’Hotel Terme Venezia di Abano Terme possiamo trovare il primo robot receptionistin funzione. Si chiama Paolo Pepper e accoglie il turista in tutte quelle richieste che costituiscono il 50% del lavoro di un receptionist umano. L’intelligenza artificiale di Paolo gli permette di rispondere a domande sui migliori ristoranti in città, così come di fornire indicazioni per i luoghi di interesse. Un'interfaccia robotica alta poco più di un metro destinata a rivoluzionare il mercato dei viaggi.

Le nuove frontiere del viaggio: il marketing turistico tra robot e realtà aumentata

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Venerdì 15 Febbraio 2019 ore 17:44:08
Classifica Album Fimi @IRAMAPLUME @ArianaGrande @Fedez @IlVeroUltimo #Queen https://t.co/jwIPlTZYtx
Venerdì 15 Febbraio 2019 ore 16:04:14
Fuori Oggi “Diavolo Magro”, il nuovo singolo di Mostro https://t.co/RukiNuhQqT https://t.co/ExBOsCFtZN

Mailing List