Le allegre comari di Windsor visto al Teatro Carcano
Lunedì 25 Febbraio 2019

Le allegre comari di Windsor visto al Teatro Carcano

Cast tutto al femminile per la commedia di Shakespeare in una versione per nulla tradizionale

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Le note del Falstaff di Verdi accolgono gli spettatori di Le allegre comari di Windsor all'ingresso in sala al Teatro Carcano a Milano.

È uno Shakespeare in una versione che si annuncia subito lontana da ogni tradizione, tutta giocata al femminile, con l'unico ruolo maschile ugualmente interpretato da una attrice (Giulia Bertasi). E’ Fenton, l'innamorato riamato di Anne Page (Mila Boeri), mentre sono solo enumerati gli altri spasimanti che vorrebbero per lei la madre e il padre. E anche Falstaff non c’è, lasciato all'immaginazione degli spettatori, occasione per deriderlo, dopo averlo punito per aver cercato di prendersi gioco delle signore Page e Ford (rispettivamente Annagaia Marchioro e Virginia Zini) con l’invio di due lettere d’amore, che subito le due comari leggono scoprendo che sono identiche. Le due qui appaiono allegre comari ben più di quanto previsto da Shakespeare, che le aveva disegnate come provincialotte, bigotte, benpensanti. Queste irridono Falstaff e fanno così ridere il pubblico, cogliendo l'occasione di prendere in giro uno sciocco impudente, più che per difendere le apparenze e la loro rispettabilità. In una scenografia che potrebbe ricordare un borghese momento di tè delle 5, con grande centrino di pizzo come sfondo, tutto è giocato a contrasto, sopra le righe, dalla recitazione alle parrucche, ai bianchi costumi non dell’epoca e decisamente inquietanti – vedere per capire - nel caso della serva Quickly (Chiara Stoppa). E se sono decurtati i tempi - un atto invece dei 5 scritti da Shakespeare – ed è ridotto il numero dei personaggi, subito però appaiono in scena alcuni degli elementi che caratterizzano la commedia, come le lettere d’amore scritte da Falstaff e il cesto della biancheria chiaramente sporca, che in questa commedia secondo Shakespeare ha un ruolo importante.

Il risultato è uno spettacolo che, giocando con la storia scritta da Shakespeare, diverte il pubblico e prende sottilmente in giro la tradizione teatrale dell'epoca elisabettiana che voleva tutti i ruoli, compreso quelli femminili, interpretati da attori maschi. Qui, secondo l’adattamento di Edoardo Erba e la regia di Serena Sinigaglia si dimostra che una commedia interpretata solo da attrici (anche in ruoli maschili) non perde di forza. A patto che le attrici siano brave e queste in scena al Carcano brave lo sono davvero. 

Le allegre comari di Windsor
di William Shakespeare
Adattamento Edoardo Erba
Con Mila Boeri /Anne Page; Annagaia Marchioro/ Comare Page; Chiara Stoppa/ Quickly; Virginia Zini /Comare Ford; Giulia Bertasi /Fenton /fisarmonica
Scene Federica Pellati |Costumi Katarina Vukcevic | Luci Giuliano Almerighi
Consulente musicale Federica Falasconi | Assistente alla regia Giada Ulivi
Regia Serena Sinigaglia
Coproduzione Fondazione Teatro di Napoli- Teatro Bellini |ATIR Teatro Ringhiera
A Milano al Teatro Carcano dal 21 febbraio al 3 marzo 2019

Le_allegre_comari_di_Windsor

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
ore
ore

Mailing List