Giovedì 19 Novembre 2020

"L'Alligatore", in anteprima su RaiPlay dal 18 e in onda su Rai2 dal 25 novembre

Antonio Galluzzo
scarica l'articolo in formato pdf

"L'Alligatore", la nuova fiction Rai tratta dalla serie di romanzi best seller dell’Alligatore di Massimo Carlotto, con la regia di Daniele Vicari e Emanuele Scaringi e porotagonisti Matteo Martari, Thomas Trabacchi, Valeria Solarino, Gianluca Gobbi, Fausto Maria Sciarappa, Eleonora Giovanardi, Shalana Santana ed Andrea Gherpelli andrà in onda su Rai Play da mercoledì 18 novembre e su Rai2 dal 25 novembre per quattro serate.

Tre i romanzi di Massimo Carlotto che verranno adattati per la serie: La verità dell'Alligatore, Il corriere colombiano e Il maestro di nodi.

Dopo sette anni di galera patiti ingiustamente un uomo può perdersi del tutto o ritrovarsi in un altrove inaspettato, dove esistono le cose, le persone e gli amori, ma bisogna che siano come devono essere: giusti. Infatti il proposito di Marco Buratti - ex cantante detto l’Alligatore - è vivere pienamente la vita, bersela e non esserle indifferente. È per questo che appena uscito di galera accetta di indagare sui guai del suo ex compagno di cella Magagnin e per farlo chiede aiuto a un altro ex compagno di cella: Beniamino Rossini, uno veloce di mano e di coltello… più ancora di pistola.

Marco comincia la sua nuova vita, consapevole che fare i conti con il passato è inutile e doloroso, ma prova lo stesso a riacciuffare l’amore impossibile per Greta, riuscendo però solo a farsi male. Lei non lo perdona, lo accusa di aver tradito la sua fiducia e di aver distrutto il loro sodalizio musicale. Ecco perché ora vive altrove ed ama qualcun altro… c’è poco da fare. Con i sentimenti tanto vale galleggiare vivendo a pelo d’acqua, come di certo sanno fare gli alligatori: un po’ in apnea, un po’ col naso fuori almeno per respirare e poi reimmergersi mettendosi in salvo.

Marco ha da riscuotere però molti crediti accumulati nella vita, come quello con la musica che adesso deve curargli le ferite dopo avergliele provocate. Non canterà mai più, questo è certo, come quegli uccelli che finendo in gabbia perdono l’ugola, ma vuole che la musica gli curi l’anima, o meglio è il BLUES che gliela curerà ma solo quello delle origini che come il Calvadòs fa bene al suo cuore ferito.

Sì, l’Alligatore beve una “schifezza” che piace solo a lui, il Calvadòs, e risolvendo garbugli d’ogni specie prova persino a innamorarsi, ma ci riesce solo  a metà;, il suo è un cuore anfibio, emerge quando meno te lo aspetti e fulmineo torna a nascondersi sotto il pelo dell’acqua. Le donne lo sanno che è così, ma ci cascano volentieri lo stesso. Come Virna, una falena che gli volteggia intorno affascinata dalla sua luce come dal suo buio. Quello con l’amore è un credito inestinguibile per Marco, una voragine, un buco nero.

Ma c’è anche il credito con Max, detto La Memoria, che ha avuto salva la pelle proprio grazie al suo sacrificio. Infatti l’Alligatore per non fare il nome dell’amico a quei balordi venduti alla mala e travestiti da poliziotti ha preso mazzate a non finire e s’è fatto il carcere duro. L’amicizia è sacra per l’Alligatore, persino più della sua stessa vita. Max è poi un utile e ossessivo ficcanaso che sa come trovare i segreti inconfessabili di chiunque, come farne a meno?

Nella sua nuova vita anfibia l’Alligatore deve tenere così insieme mondi opposti, quello nell’acqua e quello emerso il vero e il falso delle cose, ciò che è giusto con ciò che è sbagliato, il bello con il brutto, la pace con la guerra.

Per farlo occorre mettere insieme, una specie di banda di pazzi, Beniamino Rossini e Max detto La Memoria, rispettivamente un pistolero edonista e un ambientalista pacifista, un’operazione non da poco che richiede molta maestria. Beniamino è un contrabbandiere dalla mira infallibile, sprecone, consumista, che ama le notti sensuali e una danzatrice del ventre. Max combatte contro il degrado ambientale, rischia la propria e l’altrui incolumità per denunciate i balordi che inquinano. Beniamino ama Sylvie, una ragazza che vive del suo magnifico corpo e Max convive con Marielita, una donna che è la natura fatta persona, una mistica che parla con le piante.

Quella che l’Alligatore mette insieme è una banda sì, ma di pazzi che cercano di salvare una giovane schiava del sesso nel bel mezzo della fine del mondo. Un’azione che avrà un prezzo alto, molto alto, che nessuno di loro può nemmeno immaginare.

Alligatore
Alligatore
Alligatore
Alligatore
Alligatore

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Domenica 29 Novembre 2020 ore 22:31:43
La discussione tra Elisabetta Gregoraci, Andrea Zelletta e Pierpaolo Pretelli in sauna #GFVIP https://t.co/ayMZ2ZuNkZ
Domenica 29 Novembre 2020 ore 21:54:15
Andrea Zelletta: “Mi sento escluso”. Pensando all’amicizia tra Enock e Pierpaolo, Andrea si sente messo un po’ da p… https://t.co/WQDHw3Bek8

Mailing List