La tragedia del vendicatore visto allo Strehler
Venerdì 12 Ottobre 2018

La tragedia del vendicatore visto allo Strehler

Regia di Declan Donnellan per il testo di Thomas Middleton: il risultato è un grande spettacolo

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

È un gioco di contrasti quello che occupa la scena di La tragedia del vendicatore, ora a Milano al Piccolo Teatro Strehler. Da qui nasce la forza della rappresentazione del testo di Thomas Middleton (per secoli dimenticato o non attribuito a lui) secondo la regia di Declan Donnellan, che per la prima volta dirige una compagnia di attori italiani.

Che sta per andare in scena la vendetta appare subito chiaro dalla scritta sulla rossa cancellata in palcoscenico. Davanti a questa vediamo i vari personaggi in abiti contemporanei, ma quando la cancellata si apre le immagini ci riportano a un'epoca vicina a quella dell'autore. Dapprima un rosone, poi dipinti quattro-cinquecenteschi di pittori italiani, Tiziano, Piero della Francesca, Mantegna: ecco il contrasto, perché è un testo scritto agli inizi del seicento, ma quello che racconta non ha scadenza. Traspaiono la lotta per il potere, l'istinto irrefrenabile che medita altrettanta violenza quando quello che si è subìto appare eccessivo (violenza chiama violenza), ma guardando si è indotti a pensare che alla ragione stia il compito di mettere un freno. Così il contrasto pervade anche la sensibilità dello spettatore.

Ma ci sono anche tanti elementi che sono riconducibili all'epoca dell'autore: affiora una buona dose di misoginia e appare evidente, grazie ai dipinti che vediamo, che la storia è ambientata in Italia, in una corte italiana, che all'epoca di Middleton era considerata luogo di peccato in quanto cattolica, contrapposta alla puritana Inghilterra (a cui invece l’autore pensava). Qui si consuma la vendetta di Vindice - i nomi qui identificano i comportamenti - contro il Duca che gli ha violentato e ucciso la fidanzata. Ed è una vendetta bagnata nel sangue, intrisa di molti inganni.

Il contrasto in scena, una gran bella scena, diventa forte elemento di racconto e a volte il contrasto è nei suoni, con il cinguettare di uccellini che coglie gli spettatori alle spalle o la musica allegra e dirompente a contrasto con gli eventi che stanno per accadere, che nulla hanno di allietante. Perché quella che va in scena è una vendetta da gran guignol, innaffiata nel sangue. Con anche dei rimandi a Shakespeare, contemporaneo di Middleton, perché è inevitabile pensare al teschio di Amleto e a Romeo e Giulietta quando vediamo il veleno assunto dalle labbra qui della morta.

Altro rimando teatralmente storico - altra epoca, ma inizio del teatro come lo intendiamo ora - lo si può cogliere ogni volta che un personaggio commenta, rivolgendosi al pubblico. Ed è un rimando decisamente contemporaneo quando i personaggi di cui sappiamo l'istinto violento vengono ripresi da telecamere: è la spettacolarizzazione della violenza e questa va in onda sulle televisioni regolarmente.

La tragedia del vendicatore
di Thomas Middleton
drammaturgia e regia Declan Donnellan
versione italiana Stefano Massini
scene e costumi Nick Ormerod
luci Judith Greenwood, Claudio De Pace; musiche Gianluca Misiti
personaggi e interpreti (in ordine alfabetico)
Ivan Alovisio (Lussurioso), Alessandro Bandini (Junior), Marco Brinzi (Giudice), Fausto Cabra (Vindice), Martin Ilunga Chishimba (Direttore carcere), Christian Di Filippo (Supervacuo), Raffaele Esposito (Ippolito), Ruggero Franceschini (Vescovo), Pia Lanciotti (Duchessa / Graziana), Errico Liguori (Spurio), Marta Malvestiti (Castiza), David Meden (Ambizioso), Massimiliano Speziani (Duca), Beatrice Vecchione (Medico)

coproduzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione
foto di scena Masiar Pasquali
a Milano al Piccolo Teatro Strehler dal 9 ottobre al 16 novembre 2018
Giovedì 18 ottobre, ore 17, incontro con la compagnia dello spettacolo al Chiostro di via Rovello

La_tragedia_del_vendicatore
La_tragedia_del_vendicatore

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto
Domenica 18 Novembre 2018 ore 17:36:33
La sorella di Icardi a #DomenicaLive: "Non parlo con più con Mauro e con sua moglie Wanda Nara, ma non so il perchè… https://t.co/LCVjOsnqwV
Sabato 17 Novembre 2018 ore 13:45:54
#DomenicaLive: tra gli ospiti di @carmelitadurso domenica 18 novembre Vittorio Cecchi Gori con Rita Rusic… https://t.co/7NQyfrpDVX

Mailing List