La Regina di Ghiaccio il Musical visto agli Arcimboldi
Mercoledì 29 Novembre 2017

La Regina di Ghiaccio il Musical visto agli Arcimboldi

Lorella Cuccarini e Pietro Pignatelli nel musical con atmosfere orientaleggianti e dark che conquista il pubblico

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

L'origine è la stessa: la fiaba di Carlo Gozzi è alla base della Turandot di Puccini e del musical La regina di ghiaccio, ora a Milano al Teatro degli Arcimboldi. Così nella prima scena del musical, ambientata ai giorni nostri, vediamo sul fondo una foto di Puccini e locandine della Turandot e al centro una statua della regina di ghiaccio, così chiamata perché, in risposta alla legge dell’imperatore suo padre che la vuole vedere sposata, uccide tutti i principi pretendenti che non rispondono correttamente ai suoi tre indovinelli. Grazie all'intervento di tre streghe Turandot prende vita davanti ai nostri occhi e inizia la storia che ripercorre quella musicata da Puccini. Un’eco della sua musica la ritroviamo in un momento, come sono uguali le parole del terzo indovinello pronunciato daTurandot e proposto a Calaf. Per il resto la musica si discosta notevolmente, pur conservando echi orientali in tema con la storia. Al centro sono loro, entrambi molto amati a teatro e perfetti nei due ruoli: Lorella Cuccarini con lunghi capelli neri per l'occasione, all'inizio giustamente gelida con ravvedimento finale e Pietro Pignatelli nel ruolo del principe sconosciuto, il cui nome Calaf è tutto da scoprire. Le voci, ben conosciute dal pubblico dei musical, sono ancora una volta da appalusi. Molto belle sono le scenografie, che ricostruiscono un oriente fiabesco degno della migliore fantasia, che anche l’utilizzo di luci diverse secondo i più vari momenti riesce a esaltare. Il risultato è uno spettacolo che conquista un pubblico di varie età a cominciare dai piccoli. Meglio però evitare raffronti con la Turandot, perché, se la partenza è la medesima, poi alcuni personaggi non li ritroviamo, come la dolce Liù e naturalmente le voci richieste da un’opera lirica non possono essere le stesse che si sentono in un musical.

Con questo musical Lorella Cuccarini svela un suo lato più segreto: dark e con capelli neri appare più interessata a uccidere che amare (almeno in un primo tempo). Un altro lato tutto da scoprire lo mostrerà invece al Teatro Manzoni, quando la vedremo per la prima volta in uno spettacolo di prosa, Non mi hai più detto ti amo di Gabriele Pignotta, ritornando in coppia con Giampiero Ingrassia venti anni dopo Grease, che l'aveva lanciata nel mondo dei musical.

La Regina di Ghiaccio il Musical
ispirato alla Turandot di Giacomo Puccini
Con Lorella Cuccarini nel ruolo di Turandot
Pietro Pignatelli nel ruolo di Calaf
Regia Maurizio Colombi
Musica Davide Magnabosco, Paolo Barillari, Alex Procacci
Testi Maurizio Colombi, Giulio Nannini
Scene Alessandro Chiti
Costumi Francesca Grossi
Disegno Luci Alessio De Simone
Disegno suono Emanuele Carlucci
Videografica Marco Schiavoni
Direzione musicale e arrangiamenti Davide Magnabosco
Coreografie Rita Pivano
Aiuto Regia Davide Nebbia
Assistente Coreografie Francesco Spizzirri
A Milano al Teatro degli Arcimboldi dal 24 novembre al 10 dicembre 2017 (in scena il venerdì, sabato e domenica)

Regina_di_ghiaccio
Regina_di_ghiaccio
Regina_di_ghiaccio

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Domenica 17 Giugno 2018 ore 01:05:41
@FabriFibra #RILIVE (Ph. F. Prandoni) https://t.co/nPaPpInKnY
Domenica 17 Giugno 2018 ore 01:05:19
#ilvolo #RILIVE (Ph. F. Prandoni) @ilvolo https://t.co/xFNrGkxtwM

Mailing List