Jesto racconta “Buongiorno Italia”
Giovedì 10 Maggio 2018

Jesto racconta “Buongiorno Italia”

Cristian Pedrazzini
scarica l'articolo in formato pdf

Jesto racconta “Buongiorno Italia”, il nuovo album del rapper romano Jesto, dedicato al padre Stefano Rosso, cantautore rivoluzionario della scena romana degli anni ’70, di cui ha preso in eredità il carattere e la poesia. L'album si apre con "Sveglia!", una “soggettiva dell’ascoltatore che russa e viene svegliato dalla mia voce. L’intro in sé contiene il concept dell’album: ti devi svegliare. Si ricollega all’ultima traccia, formando un loop infinito per cui quando l’album finisce (Svegliami Quando), riparte con l’ascoltatore che dorme di nuovo. Siamo forse imprigionati in un Matrix o in un Inception da cui è impossibile uscire?"

Il secondo pezzo è la traccia che dà il titolo all'album "Buongiorno Italia", una traccia sarcastica che racchiude i luoghi comuni sull’Italia del momento. "Racconto l’italiano medio nelle sue contraddizioni e abitudini, scherzandoci sopra ma dando spunti di riflessione su quello che tutti, volenti o nolenti, siamo diventati. Il video della canzone prende di mira la televisione, i suoi programmi e i suoi personaggi, evidenziando la Tv trash di cui tutti siamo ‘vittime’. Il sound fonde i bassi e i Bpm della trap con il mandolino suonato e un giro di chitarra suonata, creando un mix tra più generi".
Segue "A casa con l'influencer" dove "giocando sul doppio senso del titolo, convinco una Influencer, abituata a feste e mondanità, a venire a casa mia e a mettere da parte lo smartphone per una sera. Ancora una volta gioco con i luoghi comuni, ma questa volta a tema social. Il bridge nella seconda parte è una parodia delle canzoni leggere, il finto pathos emozionale si conclude con un “te lo spacco st’ iPhone!”.

In "Mio figlio", invece, "personifico mia madre, che “parla male” di me. Fotografo il nostro rapporto, ma in generale il rapporto madre-figlio, in maniera ironica. Su una base che fonde valzer e trap, faccio rappare mia madre (la voce di Jesto interviene solo nel bridge iniziale), con un cambio vocale nel momento in cui è una signora a cantare. Mi diverte molto interpretare altri personaggi nelle canzoni, cambiando voce e tonalità, in maniera teatrale. Anche questo l’ho ereditato da mio padre, che ha introdotto per primo voci di altri personaggi nelle sue canzoni".

Tema sociale in "La ballata della crisi": "racconto la crisi che viviamo che sembra non passare più. Il tono di voce basso nel ritornello è un omaggio ai cantautori anni ‘70. È forse la canzone che maggiormente fonde il retaggio di quegli anni con il mio background Rap".

"Amore cane" è una storia d'amore, ma vista dagli occhi del cane nei confronti della sua padrona. "Giocando su questo concept, su un sound fresco ma dal retrogusto malinconico, racconto la giornata di un cane che aspetta che la sua padrona torni a casa dal lavoro, idealizzata come fosse la sua partner. Un testo ambivalente che mette in luce le similitudini tra il rapporto uomo-donna e il rapporto cane-padrone".

Arrivando la bella stagione Jesto ironizza l'estate in "Quest'estate": "Preferisco restare in città piuttosto che stressarmi nella calca della spiaggia, tra parcheggi che non si trovano e file per andare in bagno. «Mi metto in balcone e prendo il sole», alla romana, piuttosto che finire in mezzo al delirio dell’italiano medio in vacanza. Il pezzo si conclude con un ribaltamento, una presa in giro anche di me stesso, in quanto alla fine non resisto e decido di andare a farmi un tuffo anche io.

"Disoccupato" inizia con un ipotetico colloquio di lavoro andato male, lasciando l'ascoltatore nell’oblio della disoccupazione, senza certezze del domani. "Mi prendo in giro da solo affermando che «non trovo lavoro ma manco lo cerco e sono certo che se davvero ci tenesse lui cercherebbe me», paragonando la ricerca de lavoro a un rapporto amoroso in cui nessuno dei due sembra voler fare il primo passo. Musicalmente fondo la trap allo stornello. Una bassline trap accompagna il giro di chitarra, la base minimale ma dal sapore suonato, nonostante la contaminazione con l’elettronica".

Gioco di parole che si basa sul social del momento (Instagram) e l’utilizzo delle Stories: questa è "Stories d'amore": "La canzone gioca sul parallelismo tra le Stories di Instagram che durano 24 ore e poi si cancellano, alle storie, i rapporti, che durano altrettanto poco. Immagino una relazione nata e finita sui social, basata su foto, video, Wi-Fi scroccato e like tattici. E’ specchio dei tempi, e sotto la veste ironica e leggera nasconde una vena malinconica per la superficialità nei rapporti delle nuove generazioni. Il video del brano è uscito per 24h sulle stories del mio Instagram".

"Essere italiani" l’ho registrata immaginando l’Italia ai Mondiali quest’estate - spiega Jesto. Poi l’Italia non si è qualificata ma ho deciso di tenere il pezzo lo stesso, perché rappresenta bene i luoghi comuni sul nostro Paese. «Tutti amici però solo se fanno goal». Sembra che solo la Nazionale di calcio sia in grado di unire un popolo, solo per la durata della partita. La canzone, che continua il percorso sui luoghi comuni dell’Italia affrontati con ironia, è inframezzata dalla parodia di una telecronaca calcistica in cui il calciatore del momento, Jesto, ha l’occasione di fare goal all’ultimo ma sbaglia miseramente. Metafora ironica di un po’ tutti noi.

Chiudono il concept album "Note vocali" e "Svegliami Quando": "Immagino un mondo migliore e se questo è solo un sogno, chiedo all’ascoltatore di non svegliarmi. Quando l’ho scritta ho avuto la convinzione che a livello di vibrazione fosse la mia “Imagine”. Chiudo il circolo del disco con una speranza per il futuro, con un sound completamente differente, anche in questo caso senza batteria. In “Svegliami Quando” esce la parte più umana di Jesto, svincolato dal cinismo del personaggio, e emerge in maniera spontanea il lato più dolce. La reputo la mia canzone migliore, nella sua semplicità dico tutto quello che devo dire all’ umanità, e la considero il mio lascito alle future generazioni. La prima volta che l’ho sentita, appena registrata, mi ha fatto venire i brividi".

Al via l’instore tour di Jesto per incontrare i fan e firmare le copie dell’album.
Queste le date:
11 maggio Milano - Mondadori via Marghera ore 15.30
12 maggio Firenze - Galleria del disco ore 15.30
13 maggio Torino - Mondadori ore 15.30
14 maggio Roma - Discoteca Laziale ore 17.30
15 maggio Bologna - Mondadori ore 15.30

Jesto
  • Jesto - Buongiorno Italia (Official Video)

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto
Giovedì 18 Aprile 2019 ore 15:14:25
#Slimefest 2019 a Mirabilandia: ecco il cast completo @alecasillo @biondoworld @MattiaBriga @EmmaMuscatMusic… https://t.co/SYPpKfwgtw
Giovedì 18 Aprile 2019 ore 14:32:33
Al via #TVOI: @_GigiDAlessio_ @ElettraLambo @InArteMorgan e @THEREALGUE alla scoperta della nuova “Voce”. Conduce… https://t.co/us5fkXkzaz

Mailing List