Il Rompiballe visto al Teatro San Babila
Giovedì 23 Maggio 2019

Il Rompiballe visto al Teatro San Babila

Promesse di risate mantenute con la commedia di Francis Veber

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Atmosfera insolita, in grado di dare vita a situazioni decisamente da ridere, per Il Rompiballe, la commedia francese di Francis Veber. A Milano al Teatro San Babila clacson e rumori del traffico svelano l'atmosfera già prima che il sipario si apra. Presto scopriamo che è una giornata particolare, perché in tribunale è atteso un testimone di giustizia, odiato da più parti, ma ambito come soggetto fotografico. Il tribunale è proprio di fonte all’albergo, di cui sulla scena, vediamo due camere comunicanti, occupate da due con un proposito preciso: da una parte un fotografo aspirante suicida perché lasciato dalla moglie, dall’altra un killer con il compito di uccidere il testimone, sparando dalla finestra. Situazione drammatica, dunque. Ma solo apparentemente, perché subito il suicida si dimostra maldestro nei suoi propositi e il killer si ritrova costretto a salvarlo e soprattutto subirlo. Così il drammatico si trasforma in comico. Tutto molto semplice, tutto molto da ridere. Per il pubblico, perché i due attori Veber li ha previsti serissimi, impegnati nei loro diversi compiti. Nella versione messinscena da Marco Rampoldi il suicida si diverte a «rompere», l’altro quasi si dimentica di essere uno spietato killer. Funziona comunque.

Il pubblico si dimostra non avaro di risate e infatti le situazioni comiche abbondano. Succede davvero di tutto. L'arrivo in scena di tanti altri personaggi - la cameriera che fraintende tutto, la moglie e quello per cui ha mollato il fotografo, lo psicanalista Wolf con accento un po’ troppo convenzionalmente tedesco, un poliziotto motociclista che fa tante scoperte - crea ancor più occasioni di equivoci, comportamenti assurdi, coincidenze, ulteriori occasioni di risate per il pubblico. Gli attori, da parte loro, non rinunciano ad assecondarlo e cogliere ogni occasione che messinscena e situazioni offrono. A volte sembrano divertirsi a divertire e finiscono per insistere su alcune gag e soprattutto alcuni versi gutturali.

Da notare che il fotografo è François Pignon, un nome che, per chi ricorda un'altra commedia dello stesso autore, La cena dei cretini, è sicura garanzia di risate. Francis Veber lo utilizza anche per altri personaggi delle sue commedie, a teatro come al cinema. E’ ormai un nome portafortuna e si identifica con un personaggio naif, estremamente candido, fino alla idiozia.

(Il cast al momento degli applausi nella foto di Valeria Prina) 

Il Rompiballe (L’emmerdeur)
di Francis Veber
con Max Pisu, Claudio Batta
con Lucia Marinsalta, Claudio Moneta, Roberta Petrozzi
e con la partecipazione di Giorgio Verduci
regia Marco Rampoldi
Regista assistente Paola Ornati
A Milano al Teatro San Babila dal 21 al 26 maggio 2019

Rompiballe

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Venerdì 23 Agosto 2019 ore 17:28:44
Classifica Album Fimi #Machete @IlVeroUltimo #Salmo https://t.co/VlNqflXrrM
Venerdì 23 Agosto 2019 ore 12:35:13
Taylor Swift: esce oggi, venerdì 23 agosto, il nuovo album #Lover https://t.co/lZqj2fMKc1 https://t.co/kWp8oJ8hCU

Mailing List