FOG Triennale Milano, il festival per scoprire la Performing Arts
Mercoledì 21 Febbraio 2018

FOG Triennale Milano, il festival per scoprire la Performing Arts

Dal 9 marzo al 5 giugno il festival proporrà produzioni e ospitalità internazionali, tanti linguaggi espressivi

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Internazionale, interdisciplinare, con coinvolgimento del pubblico e di spazi urbani, anche aldilà della sede della Triennale Teatro dell'Arte. Questo in sintesi è FOG_Triennale Milano Performing Arts, il festival promosso dalla Triennale di Milano, che dal 9 marzo al 5 giugno si occuperà, con produzioni e ospitalità, di arte performativa, vista in dialogo con l'architettura, il design, l'arte. Il festival coinvolgerà artisti tra i più importanti al mondo e giovani realtà, stimolando il confronto di idee, il pensiero critico, l'immaginazione. La pluralità di offerte internazionali che caratterizzerà il festival, in linea con quella che è la vocazione di Milano, i tanti linguaggi espressivi coinvolti permetteranno di capire quanto sta succedendo da un punto di vista creativo. Del resto, fa notare Stefano Boeri, neo Presidente della Fondazione La Triennale di Milano, quella della Triennale è una architettura che «teatralizza» e favorisce una connessione tra teatro e arti performative.

Triennale Teatro dell'Arte, oltre a essere nel centro storico è anche in un parco, fa notare il curatore artistico Umberto Angelini: questo favorirà l'uscire tra il verde di alcune performance e il pubblico potrà anche essere chiamato a partecipazioni attive. In questo modo il festival si propone anche di gettare un nuovo sguardo sugli spazi che abitiamo. Vuole sconfinare nella musica secondo vari generi, nella danza, ma anche promuovendo riflessioni sul rapporto con la natura e con la città. Coinvolgerà anche spazi e progettualità cittadine vocate alla ricerca e alla visione internazionale, come Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, DiD Studio, Radio Raheem, Zona K, Threes/Terraforma, Piano City Milano.

Il Festival punta a invitare alla scoperta, ad affrontare rischi e sorprese, fendendo quella nebbia, che, in inglese, fog, è stata scelta come titolo.

Guardando nell’ampio cartellone del Festival troviamo, tra le compagnie e gli artisti sostenuti da FOG attraverso produzioni e coproduzioni per il 2018, Motus, uno dei gruppi teatrali italiani più conosciuti e apprezzati all’estero che si propone di indurre a riflettere sulla necessità umana di essere in movimento (2-6 maggio); Alessandro Sciarroni, che con il collettivo Masbedo darà vita a una performance site-specific commissionata insieme al Miart, fiera dell’arte moderna e contemporanea in prima assoluta (11-12 aprile); Kami Manns, attrice e regista tedesca che con Terror coinvolgerà il pubblico (22-27 maggio in prima assoluta) chiedendogli un giudizio sul comportamento di un pilota di aereo che disubbidì agli ordini per salvare 70.000 persone.

Tra gli ospiti di questa prima edizione, l’artista e musicista italiano Nico Vascellari (9 marzo), Olivier Dubois (16-17 marzo), considerato tra i migliori coreografi al mondo; Philippe Quesne, artista di punta del teatro contemporaneo francese e internazionale (27-28 marzo); Romeo Castellucci (5 aprile), oggi tra i massimi registi viventi nel mondo del teatro  di cui si vedrà la proiezione integrale del film Orphée et Eurydice per parlare di regia nella lirica; Annamaria Ajmone, tra le recenti rivelazioni della danza italiana (1° giugno); i Nature Theater of Oklahoma, ensemble teatrale di culto con base a New York, in collaborazione con EnKnapGroup, la principale compagnia di danza contemporanea slovena (8-9 maggio).

FOG
FOG

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Martedì 11 Dicembre 2018 ore 01:43:28
#WalterNudo vince la terza edizione del #GFVIP https://t.co/i3ZmnSideZ
Lunedì 10 Dicembre 2018 ore 16:07:33
@LauraPausini è pronta a festeggiare l’uscita della special edition #FattiSentireAncora con un evento che si terrà… https://t.co/iROHoHEWOq

Mailing List