Factory32 torna allo spettacolo dal vivo all’aperto
Martedì 23 Giugno 2020

Factory32 torna allo spettacolo dal vivo all’aperto

Dopo l’Otello pop di cui vi parliamo, ancora Shakesperare e l’ironia di Martino Corti

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

È con un Otello come non l’avete mai visto che Factory 32 ha inaugurato la stagione estiva di teatro all’aperto nel cortile di via Watt 32: una cinquantina di posti ben distanziati e con un’ottima visuale. Quella che porta in scena Carlo Decio è la storia scritta da Shakespeare, ma raccontata in modo sorprendente e coinvolgente. È una storia di gelosia ad ampio raggio, perché è la gelosia di Otello che si sente tradito e offeso nell’onore ed è indotto a disprezzare Desdemona da poco sposata, è la gelosia di Roderigo che voleva Desdemona per sé, ma è anche la gelosia di Iago nei confronti di Cassio, che gli è stato preferito come luogotenente. Così a muovere Iago è l’ambizione, l’invidia e la determinazione a riavere quel posto che reputa gli sia dovuto. Carlo Decio interpreta tutti i ruoli differenziandoli, ma senza eccedere nel macchiettismo o in voci contraffatte. Solo sul palco, senza ausilio di scenografia o di costumi e anche di musica, riesce a ricreare le differenti ambientazioni e i suoni di contorno. A volte infrange la quarta parete, coinvolgendo gli spettatori, ma senza eccedere. Il risultato è uno spettacolo che, perfettamente adatto alla location necessaria in questo periodo, riesce a dare una visione molto contemporanea della tragedia di Shakespeare, come, del resto, contemporanei sono i sentimenti che animano i personaggi. Solo basandosi sulle parole ci porta da Venezia a Cipro, tra lune che appaiono e flotte nemiche sconfitte, tra troppo vino e un fazzoletto di troppo, fino a quel letto dove Otello strangola Desdemona: per Carlo Decio è l’occasione per ricordare con dolore le tante donne uccise dai compagni. La storia prende vita fino al tragico finale, ritmata da quella apertura e chiusura di sipario evocate solo con un movimento delle mani, ma che per il pubblico diventa assolutamente reale. Come reale è il coinvolgimento e il piacere di rivivere una storia che, pur un classico, riesce a essere sempre contemporanea e Carlo Decio ha il potere di catturare il pubblico affrontandola in un modo non tradizionale.

La stagione estiva di Factory32, studiata da Valentina Pescetto, continua con altri due spettacoli, monologhi per vivere il teatro in tutta sicurezza, all’aperto, ma senza rinunce (lo spazio all’aperto e Carlo Decio nelle foto di Valeria Prina).

Otello PoP TrAgEdY
Con Carlo Decio, Regia Mario Gonzales
Sabato 20 giugno ore 18:00 e 21:30; Domenica 21 giugno ore 18:00

Shakespeare a pezzi
Con Enrico Ballardini, Regia Omar Nedjari
Sabato 27 giugno ore 18:00 e 21:30; Domenica 28 giugno ore 19:00
I biglietti per questo spettacolo sono acquistabili solo online clicca QUI 

Il coraggio della verità
Di e con Martino Corti
Sabato 4 luglio ore 18:00 e 21:30; Domenica 5 luglio ore 18:00
I biglietti per questo spettacolo sono acquistabili solo online clicca QUI
Gli spettacoli sono a fACTORy32 in the Park(ing),via Watt 32, Milano

Carlo_Decio_Otello

Articoli Correlati

scopri tutto
Venerdì 3 Luglio 2020 ore 17:39:20
Classifica Album Fimi @THEREALGUE @holyernia #Tedua @GhaliFoh @marracash https://t.co/2eZgQyaD9s
Venerdì 3 Luglio 2020 ore 16:34:08
Emma Muscat insieme ad Astol per un brano estivo dal ritmo latino #Sangria https://t.co/eo0AYim6nd https://t.co/GloX2LBags

Mailing List