Etimologie, parole, loro ruolo nella società per un progetto in streaming con ERT
Mercoledì 4 Novembre 2020

Etimologie, parole, loro ruolo nella società per un progetto in streaming con ERT

Ogni lunedì dal 9 al 30 novembre l’attenzione è puntata su 8 parole

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

La società contemporanea vista attraverso alcuni termini che la definiscono: è il progetto Etimologie, in programma in streaming ogni lunedì dal 9 al 30 novembre 2020 alle 21 sul canale Facebook di Emilia Romagna Teatro Fondazione.
A cura del direttore di Rai Radio3 Marino Sinibaldi e del direttore di ERT Fondazione Claudio Longhi è un progetto che è nato alla fine del 2019 e ora sembra lontanissimo. Allora, ricorda Marino Sinibaldi (nella foto), sembrava che il 2020 fosse l’occasione per riflettere su quello che si è dimostrata una illusione: sembrava che non fosse successo quasi nulla in questi primi vent’anni, mentre nei primi vent’anni del 1900 c’era già stata la Belle Epoque, il trionfo della illuminazione elettrica, la guerra, la spagnola. Ora, fa notare Marino Sinibaldi, abbiamo bisogno di nuove mappe. Questi incontri sono anche un modo per reagire ai teatri chiusi trovando delle forme approssimative di incontro con il pubblico. L’online non è un sostituto, dice Claudio Longhi (nella foto di Riccardo Frati) rispondendo alla domanda che cosa significa fare teatro in tempo di covid, ma offre degli strumenti per mantenere vivo il rapporto con il pubblico.  Il linguaggio, a sua volta, è lo strumento per leggere e capire la realtà: come diceva Elias Canetti, lo scrittore è il custode delle trasformazioni. Il teatro è dunque il luogo giusto, dove può prendere vita questo progetto, perché proprio il teatro è sempre stato il luogo della riflessione. Cambiano però le modalità: Marino Sinibaldi ricorda che «Marco Paolini diceva di vedere durante i suoi spettacoli le facce verdi degli spettatori, perché illuminati dalla luce del cellulare che stavano guardando. Ora la realtà è cambiata: siamo noi del teatro che usiamo le chat per farci vedere e dobbiamo augurarci che la gente abbia il telefono o il computer accesi per vederci». Vittorio Verdone del gruppo Unipol, che sostiene il progetto, da parte sua fa notare come la sua generazione abbia conosciuto il teatro proprio attraverso la televisione e la programmazione Rai e aggiunge «Il logos è il principio primo. Preesistente a tutto e capace di sopravvivere a tutto. Anche nei momenti più bui le parole dette, scritte e ascoltate ci fanno sentire vivi, pensanti, dialoganti».

«Alla radice del linguaggio - commenta Marino Sinibaldi - sta la parola, con tutta la storia che esprime, con le intricate selve di significato che, evolvendo di epoca in epoca, si trova a esplorare, evidenziare, spesso capovolgere». Sono trasformazioni su cui il progetto punta l’attenzione. Così all’inizio di ogni appuntamento è previsto l’intervento di Valeria Della Valle, lessicografa, che per ogni parola partendo dalla etimologia e il successivo cambio di significati ricostruisce la storia di quel lessico. Racconta di aver fatto delle scoperte: ad esempio il termine generazione è stato usato nel senso in cui ora viene utilizzato per la prima volta nel 1869 da Carlo Cattaneo.

«Interrogarsi sulle otto parole chiave scelte – commenta Claudio Longhi -, indagarle, osservarne le trasformazioni, masticarle in bocca e nella mente, giocarci concettualmente smontandole e ricomponendole: tutto ciò significa anche, in un periodo di distanziamento, creare vitali connessioni sul senso dell’esperienza della Storia che ci attraversa, a livello individuale e collettivo. È, in fondo, un modo per “toccare” cosa stiamo diventando».

Questo il programma degli incontri moderati da Marino Sinibaldi:

Lunedì 9 novembre, ore 21.00
CORAGGIO – Vito Mancuso, teologo
POPOLO – Donatella Di Cesare, filosofa

Lunedì 16 novembre, ore 21.00
GENERAZIONI – Stefano Laffi, ricercatore sociale
CURA – Giorgia Serughetti, ricercatrice e saggista

Lunedì 23 novembre, ore 21.00
SCUOLA – Mariapia Veladiano,scrittrice
LAVORO – Domenico De Masi,sociologo

Lunedì 30 novembre, ore 21.00
CONFINI – Silvia Salvatici, storica
MEMORIA – Ezio Mauro, giornalista

Sinibaldi

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Domenica 29 Novembre 2020 ore 22:31:43
La discussione tra Elisabetta Gregoraci, Andrea Zelletta e Pierpaolo Pretelli in sauna #GFVIP https://t.co/ayMZ2ZuNkZ
Domenica 29 Novembre 2020 ore 21:54:15
Andrea Zelletta: “Mi sento escluso”. Pensando all’amicizia tra Enock e Pierpaolo, Andrea si sente messo un po’ da p… https://t.co/WQDHw3Bek8

Mailing List