Ermal Meta: il 12 marzo esce il nuovo album “Tribù Urbana”
Giovedì 25 Febbraio 2021

Ermal Meta: il 12 marzo esce il nuovo album “Tribù Urbana”

Contiene il brano in gara al 71° Festival di Sanremo “Un milione di cose da dirti” e il singolo “No Satisfaction”

Antonio Galluzzo
scarica l'articolo in formato pdf

Venerdì 12 marzo uscirà “Tribù Urbana”, il nuovo attesissimo album di inediti di Ermal Meta, e contenente 11 brani inediti, tra cui Un milione di cose da dirti, brano in gara al 71° Festival di Sanremo, e il singolo attualmente in radio, No Satisfaction.

Pre-ordina il CD: https://amzn.to/3u0cevM 
Pre-ordina il Vinile autografato: https://amzn.to/3u29Ft6 

Tribù Urbana (pubblicato su etichetta Mescal e distribuito da Sony Music) evidenzia l’altissimo livello di scrittura dell’artista, sia che si concentri sui sentimenti, sia che rivolga uno sguardo ampio a quanto ci circonda guardando negli occhi uno ad uno i componenti della Tribù Urbana, attraverso suoni e parole che diventano i colori distintivi di questo nuovo progetto di Ermal Meta.

Ermal Meta è in gara al 71° Festival di Sanremo con il brano Un milione di cose da dirti (testo di Ermal Meta, musica di Ermal Meta e Roberto Cardelli), una canzone d’amore, una «semplicissima canzone d’amore», dal sound essenziale, pochi accordi per raccontare qualcosa di personale ma capace di risuonare anche a livello universale.

Ermal torna sul palco di Sanremo dopo aver trionfato nel 2018 con il brano “Non mi avete fatto niente”, cantato insieme a Fabrizio Moro e presentato anche all’Eurovision Song Contest a Lisbona.

L’anno precedente, Ermal era già salito sul podio del Festival di Sanremo con il brano “Vietato Morire, vincendo anche il Premio della Critica Mia Martini e il Premio per la miglior cover (per la sua interpretazione di “Amara Terra Mia”).

È attualmente in radio il nuovo singolo “No satisfaction, disponibile anche negli store digitali. Il video sposa la stessa filosofia del brano; l’essere o l’apparire da sempre divide l’umanità ed impegna filosofi e talk show più o meno accreditati, come spesso ci si sente, non sempre a proprio agio, con occhi che vedono ma non guardano.
La regia di Andrea Folino mette a nudo sia il protagonista che le persone che lui incrocia nel suo cammino che si riempie di dubbi ad ogni passo.

L'album track by track

UNO
Si parte con una botta di energia: a chi pensa che siamo tutti diversi, va ricordato che il cielo è uno, per tutti.
“Come le voci, le nostre voci, si accendono milioni di luci, visti da su siamo tutti uguali”.

STELLE CADENTI
Arriva come una delle canzoni più solari di questo nuovo album, pur affrontando il momento meno luminoso di una storia d’amore.
“Se potessimo iniziare le storie all’incontrario, così verso la fine potersi vivere l’inizio”.

UN MILIONE DI COSE DA DIRTI
Una canzone semplice per parlare dell’argomento più complicato di sempre.
“E scoprire che volersi bene è più difficile che amarsi un po’ di più.

IL DESTINO UNIVERSALE
Storie di vite che vanno raddrizzate, con coraggio anche quando sembra mancare.
“Ermal ha 13 anni e non vuole morire; della vita non sa niente tranne che la vita è importante”.

NINA E SARA
Convegni, comizi, marce, petizioni, lotte, ma ancora per molti – troppi – è un peccato mortale.
“Io non pretendo di sapere, non pretendo niente, vorrei soltanto potermi sentire una volta normale”.

NO SATISFACTION
Concetti essenziali per fotografare in maniera precisa e spietata il nostro – qualsiasi – quotidiano, ricordando una cosa che tutti dimenticano: “Per chi perde, per chi vince, il premio è uguale”.

NON BASTANO LE MANI
Una canzone potente con suoni e parole che crescono inarrestabili, come accade spesso con la rabbia.
"Senza il coraggio non avrai niente, senza coraggio non sarai niente”.

UN ALTRO SOLE
La speranza che il sogno appena fatto si avveri; la voglia di farlo avverare.
“Tutti noi siamo uguali, che ridiamo con le costole rotte per andare avanti”.

GLI INVISIBILI
Una camminata guardando in faccia ogni componente di questa tribù urbana, anche quelli che non vedi.
“A te che non sai, che cosa farai … domani vedrai; a te che ci sei, ma che non ti si vede”.

VITA DA FENOMENI
Si aprono i cassetti della memoria e rimangono aperti a ricordarci che siamo diventati grandi, a volte controvoglia.
“E siamo tutti un po’ così, innamorati del passato”.

UN PO’ DI PACE
E poi tutto finisce, anche la giornata più lunga e la cerchiamo tutti un po’ di pace.
“Tu lo sai che mi si vede l’anima in controluce … non cambiarmi mai”.

Ermal Meta
  • Ermal Meta - No Satisfaction (Official Video)

Articoli Correlati

scopri tutto
Martedì 2 Marzo 2021 ore 01:28:02
Tommaso Zorzi VINCE il #GFVIP https://t.co/63sL2YMfqn
Martedì 2 Marzo 2021 ore 00:28:01
@stefyorlando ❤️ #GFVIP https://t.co/HlJXNdTZzT

Mailing List