Ensi: esce venerdi' 1 febbraio il suo nuovo album Clash, perchè bisogna
Martedì 29 Gennaio 2019

Ensi: esce venerdi' 1 febbraio il suo nuovo album Clash, perchè bisogna "scontrarsi con gli altri e con se stessi, per superarsi e crescere"

“Vivo in guerra per morire in pace e il sapore del sangue in fondo mi piace”

Cristian Pedrazzini
scarica l'articolo in formato pdf

Dopo “Clash Freestyle”, il primo brano manifesto del nuovo album di Ensi, “Clash”, in cui rivendica il suo ruolo di pilastro dell’hip hop italiano e il singolo Deng Deng, venerdì 1 febbraio esce il nuovo album di Ensi: Clash che contiene anche la collaborazione con la superstar Agent Sasco che, oltre ad essere uno dei re della dancehall Giamaicana, ha collaborato con Kendrick Lamar nella hit mondiale "The Blacker the Berry".

Dopo “V” e “Rock Steady”, che hanno debuttato ai vertici delle classifiche di vendita, Clash è un album denso il cui titolo racconta, più che qualche tema trattato nei brani, l’approccio generale al progetto. 

Clash” è lo scontro e l’incontro tra questi due lati della sua identità: in un angolo del ring, le punchlines dei freestyle lasciano trasparire un’esperienza pluridecennale nell’hip hop italiano, partendo dalle prime jam e arrivando a MTV Spit; nell’altro angolo, invece, il saper parlare di sé e dei propri sentimenti è sintomo di una maturità artistica e personale che cresce sempre più da disco a disco.

Clash” è la costante guerra di Ensi, che, anche a distanza dal debutto, è ancora mosso dalla necessità di sfogare la propria fame e la propria voglia di competizione.
Ensi deve combattere, in primis, con se stesso e con i propri pensieri e, in secondo luogo, con il resto della scena e del rap italiano, che si allontana fin troppo dalla sua morale artistica e personale, nella quale i valori fondanti dell’hip hop ardono ancora forti.

La rabbia dei tre freestyle del disco è finalizzata a dimostrare e sottolineare uno status acquisito in anni di esercizio e dischi. Lo scontro si concretizza nel divario tra l’esperienza che Ensi impersona continuamente e “chi lo fa, ma mai così”, perché “tu ce l’hai con chi fa i soldi, io ce l’ho ancora coi suckers”, come si sottolinea in “Ivory Freestyle”.

Il divario tra sé e gli altri viene racchiuso anche in “Deng Deng”, perché “Se fai il rap in playback, non è rap”.

Il tutto viene coronato da “Mutombo”, in cui il senso di appartenenza all’hip hop cementa la storia di Ensi al genere in Italia, perché “puoi provarci dove vuoi, ma non a casa mia”.

Considerando che siamo di fronte al suo quinto album in studio e che, nel corso della sua storia, Ensi ha accompagnato ogni passo del rap italiano, il suo status diventa innegabile e intoccabile.
È in questo ring che Ensi sfodera la propria esperienza per fondere i due lati della sua musica, esprimendo quanto, in ogni attimo della sua vita, l’imperativo sia sempre scontrarsi con gli altri e con se stessi, per superarsi e crescere.
Questo è “Clash”. 
In forza di questa continua volontà di andare oltre, Ensi si concentra su nuove sperimentazioni musicali e stilistiche, tra le quali spicca “Rapper” con Johnny Marsiglia e Agent Sasco, storico cantante della dancehall giamaicana e collaboratore di Kendrick Lamar in “The Blacker the Berry”.

Questa scelta di sperimentare viene racchiusa anche in “Rat Race”, in cui la produzione di Phra Crookers e la collaborazione di Attila delineano un suono nuovo per Ensi, che accoglie a braccia aperte questa nuova sfida.

All’anima più aggressiva e combattente, con cui si crea una linea di separazione tra sé e gli altri, Ensi alterna approfondimenti introspettivi sulla propria vita e sul proprio passato.
In un continuo altalenare tra dubbi e certezze, Ensi si misura con se stesso e con i propri traguardi in alcuni capitoli introspettivi che espongono al cento per cento sia l’artista sia la persona, durante una seduta psicoanalitica che presenta i tratti del flusso di coscienza.

Vita intera” è una dedica alla propria metà e un’ode alla capacità della coppia di superare tutte le instabilità con il reciproco affetto e la reciproca comprensione.
L’amore qui assume i connotati dell’ideale che si scontra con la realtà: la purezza del sentimento, incontrando le difficoltà della vita, invece di esaurirsi, va sempre più intensificandosi.
Ensi descrive una forma d’amore che, più passa il tempo, più si rivela per ciò che davvero è: aiutarsi e sostenersi nelle difficoltà reciproche, dimostrandosi più forti delle intemperie della vita.

Alcuni flashbacks della propria vita sono affidati alla narrazione di “Thema Turbodiesel”, traccia in cui Ensi enuclea gli avvenimenti topici della sua esistenza.
Partendo dall’arresto di suo padre e passando per l’aiuto morale che ha sempre cercato di dare a sua madre, Ensi ripete sempre il mantra definitivo della sua vita: “Non dimenticare chi sei, il resto poi va tutto ok”.
La purezza degli ideali acquisiti da sua madre e dall’hip hop hanno portato Ensi a un continuo scontro con gli altri, che hanno accettato compromessi con se stessi, vendendosi o abbandonando la propria moralità.

L’imperativo di Ensi resta il rimanere forte nei propri valori, in un “Clash” con il resto del mondo, che non ha questa coerenza e volontà di non crollare di fronte all'immoralità.

Le ultime due tracce del disco, “Fratello mio” e “Complicato”, racchiudono l’essenza più profonda ed interiore di Ensi. Nella prima, il rapper si lascia andare in un confronto diretto ed intimista in cui la sensibilità e l’amore fraterno sono di difficile, se non impossibile, descrizione, perché un certo tipo di sentimento non può essere spiegato, ma dev’essere ammirato nella sua purezza. “Cresce solo chi soffre, ma siamo diventati grandi troppo in fretta forse”

L’ultima traccia, “Complicato”, espone il lato finale del “Clash”, andando a delineare l'ultimo scontro, in cui le priorità e le esigenze arrivano a confondersi, facendo capire che, alla fine, indipendentemente da tutto quello che c’è fuori, la vera guerra è e sarà sempre interiore.
Il ring dell’ultimo combattimento è il proprio Io, quell’Io fatto di errori, vizi e dubbi: la vittoria equivarrebbe ad amare se stessi nelle difficoltà ancor più che nel successo, perché accettare di essere umani è quanto di più essenziale possa esistere, ma “Amarsi è complicato”.

Partendo dal proprio ruolo rispetto agli altri, Ensi dimostra, ancora una volta, la propria maturità artistica e personale in un crescendo di profondità e ragionamenti personali: scontrandosi continuamente con ciò che è distante dalla propria morale, Ensi investe ogni forza ed energia nel convertire tutta la propria rabbia verso sé e gli altri in sentimenti costruttivi, che possano cambiare e salvare.

Cos’è quindi “Clash”?

Clash” è assumere la propria maturità, rendendosi conto che crescere vuol dire scontrarsi ed impegnarsi attivamente affinché tutto l’ambiente circostante cambi, perché la rabbia nichilista è intrinsecamente inadatta a costruire qualcosa.
Se si vuole davvero crescere dallo scontro, non basta distruggere, ma serve aiutare e salvare ciò che davvero vale, sia esso la propria metà, il proprio figlio, il proprio fratello e, soprattutto, se stesso.

Ensi ha registrato e mixato il suo nuovo album sul Red Bull Music Studio, uno studio di registrazione mobile d’avanguardia, con strumenti multifunzionali e di altissimo livello e con la particolarità di essere mobile e trasportabile dovunque in giro per tutta l’Italia: un punto d’incontro innovativo e itinerante, un luogo diffuso nello spazio in grado di far incontrare le persone, che insieme possono realizzare progetti e format innovativi.

E da questo luogo significativo avverrà la prima anteprima di Clash. Il 31 gennaio Ensi  presenterà ai fan l’album, brano per brano, in una diretta streaming sui canali social dell’artista.

Ensi, intervistato da Carlo Pastore e da una serie di ospiti presenti nell’album, ci racconterà i retroscena, ci farà ascoltare dal vivo alcune tracce e risponderà in diretta alle domande dei fan.

Ensi incontrerà i suoi fan negli store delle principali città italiane:
Venerdì 01 febbraio a Roma ore 18.00 – Discoteca Laziale, Via Giovanni Giolitti  263
Sabato 02 febbraio a  Milano ore 17.00 – Mondadori Duomo
Domenica 03 febbraio a Torino ore 16.00 – Feltrinelli Stazione Porta Nuova  

Ensi

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Martedì 20 Agosto 2019 ore 18:51:53
Prosegue inarrestabile il successo di “MARGARITA”, il singolo di @Elodiedipa feat. @marracash, che conquista la cer… https://t.co/dhbcTnyk3D
Martedì 13 Agosto 2019 ore 07:38:32
Ciao Nadia ❤️ https://t.co/SRmeFs5wUC

Mailing List