Come sposare un miliardario visto al Franco Parenti
Martedì 10 Luglio 2018

Come sposare un miliardario visto al Franco Parenti

Grande ironia e scomode verità sull'economia mondiale in un testo perfettamente calibrato, con un’attrice ottimamente in parte

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Ascoltate le canzoni - Se potessi avere 1000 lire al mese e poi Material girl – che accolgono il pubblico a Milano al Teatro Franco Parenti. Introducono al tema di Come sposare un miliardario.

Se il primo pensiero va a Marilyn Monroe, che visti i tempi voleva sposare un milionario, qui a dominare è l'ironia e il tema viene trattato con tono disincantato, altamente critico. Ed è bene non dimenticare il sottotitolo: Ovvero il capitalismo spiegato da una donna…

Giorgia Sinicorni entra dal fondo della sala stupendosi del tanto pubblico: è la sua festa di addio al celibato, annuncia, perché domani si sposa. Con un miliardario, 33simo nella classifica di Forbes (è la Bibbia, dice lei).

All'inizio elenca i primi nella lista dei 2208 miliardari di tutto il mondo stilata da Forbes, con Jeff Bezos primo, Bill Gates secondo, Warren Buffett terzo, ma, quando inizia a parlare dell'accordo che anni fa sarebbe intercorso tra il colosso dell’edilizia Lafarge e l’Isis per poter continuare a lavorare in Siria nonostante la guerra, appare chiaro che non stiamo per assistere a un semplice tutorial per la conquista di un miliardario.

Le molte occasioni di risate, che si susseguono instancabili e sempre diverse, diventano un ponte per portare a considerazioni sull'economia mondiale, il modo di arricchirsi sulle spalle della maggior parte della gente, che appare ben poco rilevante per quei miliardari.

Giorgia Sinicorni dimostra una vena comica che le consente di infilare battute come se nemmeno se ne accorgesse e dire pungenti verità come se non gli desse importanza. Assolutamente il massimo, con un testo perfettamente dosato tra ironia e scomode verità sull'economia mondiale, che, scritto dalla francese Audrey Vernon, appare però ben adattato per il pubblico di casa nostra.

Nemmeno l'ultima battuta è da trascurare: rende giustizia ad Alan Turing e la sua mela morsicata. Tutti sanno che cosa ora simboleggia, nessuno ricorda quel motivo della scelta qui raccontato (anche se forse frutto soprattutto di fantasia). Nessun dubbio invece sul perché andare a vedere questo spettacolo (e non solo perché il panorama estivo è altrimenti piuttosto avaro).

Come sposare un miliardario
Ovvero il capitalismo spiegato da una donna…
uno spettacolo di Audrey Vernon
adattato, tradotto, interpretato da Giorgia Sinicorni
regia Carla Bianchi
ha collaborato all’adattamento Andrea Purgatori
a Milano al Teatro Franco Parenti dal 4 al 15 luglio 2018

Come_sposare_un_miliardario

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Mercoledì 14 Novembre 2018 ore 17:27:53
Sabato 17 novembre su Canale 5 #MariaDeFilippi inaugura la nuova stagione del talent show Amici #Amici18 https://t.co/IjWEePwfSc
Mercoledì 14 Novembre 2018 ore 17:22:00
"Hot Wheels” il nuovo singolo di Gallagher https://t.co/G4oD7ooGN2 https://t.co/1EW0tDWRf9

Mailing List