Cipro, meta ideale per una fuga last minute a natale, tra tradizione, momenti di festa e ricette speciali
Venerdì 13 Dicembre 2019

Cipro, meta ideale per una fuga last minute a natale, tra tradizione, momenti di festa e ricette speciali

Imperdibili i fuochi d’artificio di Capodanno a Larnaka e l’emozionante ritualità dell’Epifania

Cristian Pedrazzini
scarica l'articolo in formato pdf

Una dolce fuga last minute per Natale lontana dalla morsa del freddo e del maltempo in un luogo in cui cultura e natura sono in perfetto equilibrio? Cipro è la meta ideale! Il volo dall’Italia dura circa 3 ore e mezza e il clima è mite anche a dicembre, con temperature che sulla fascia costiera nelle ore diurne sfiorano i 20 gradi. Godersi, passeggiando, la brezza marina o il rosso infuocato dei tramonti che accendono il Mediterraneo all’orizzonte è davvero piacevole ed emozionante è prendere parte ai momenti della tradizione legata alle festività natalizie.

La terza isola del Mediterraneo è stata uno straordinario punto di incontro tra popoli e culture che hanno lasciato un’eredità preziosa e uno spirito di apertura e condivisione che ancora adesso rendono davvero bello vivere coralmente, insieme alla popolazione locale, la ritualità della tradizione: è tenuta, infatti, ancora in massima considerazione, ma con ben chiaro il suo valore universale e la sua valenza di unione, fortemente inclusiva e senza tempo.

In differenti località e villaggi sono presenti divertenti mercatini. A Larnaka, uno è in programma il 21 dicembre, in Dimititriou Street, e il 22 lungo promenade Foinikoudes, sul lungomare, la comunità ebraica organizzerà una serata di festa con musica e specialità culinarie in occasione Hanukah, la festa della luce, con la tradizionale accensione della Menorah. Per lo shopping natalizio e per la sua atmosfera gioiosa, un’altra meta da non perdere è Anexartisias Street, a Lemesos (Limassol). Sempre a Lemesos, gli eventi dedicati al Natale andranno avanti fino al 7 gennaio presso l’area della nuova marina e del bellissimo centro culturale Trakasol.

Per tutto il periodo natalizio sarà possibile seguire differenti attività, inoltre, presso la Christmas Fairyland di Lefkosia, in Hadjiiosif Avenue, con, tra le altre cose, concerti ed esibizioni di bravissimi artisti locali e greci quali Michalis Hatzigiannis, il 22 dicembre, e Giorgos Tsalikis, il 3 gennaio. Per qualche acquisto speciale e una passeggiata piena di piacevoli sorprese, sono ideali a Lefkosia le vie della parte vecchia della città, nella zona di Ledra Street, in cui sono presenti numerose botteghe di artigianato locale con pregiati pizzi e merletti, argenti e oggetti in rame, manufatti in legno, ceramiche…

Da cercare, tra pasticcerie e panetterie artigianali, per assaporare il gusto della tradizione, dolci come kourabiedes, squisitezze tipiche a base di mandorle, e i melomakarona, i caratteristici biscotti al miele delle ricorrenze. Oltre che buoni, molto belli sono i pani e i dolci a forma di animali. Sono cosparsi di sesamo e rendono, appunto, omaggio agli animali in relazione alla loro presenza nel corso della nascita di Gesù. Menzione d’onore anche per il pane di Natale: le elaborate gennopitta, forme di pane riccamente decorate. Quelle più scenografiche sembrano delle sculture e, secondo la tradizione, dovrebbero essere infornate la sera del 24 dicembre per poterle servire nel corso del pranzo del 25, pranzo in cui saranno portati in tavole ricchi piatti come il tacchino ripieno o saporitissimi spiedisouvla – di maiale e agnello, arrostiti alla brace.

E per i festeggiamenti di Capodanno, immancabile lo spettacolo pirotecnico di mezzanotte sul lungomare di Larnaka: ammirare i bagliori dei fuochi d’artificio che si riflettono sull’acqua è un incanto e mescolarsi alla folla con gli occhi rivolti verso la volta celeste, per catturare con lo sguardo ogni scintilla, è un ottimo modo per salutare il 2019 e accogliere il 2020. Per chi ama fare tardi e godersi le temperature miti anche di notte, in occasione del Capodanno, in tutta l’isola si possono trovare ritrovi di piazza, serate musicali e party on the beach.

Il 31 dicembre è, naturalmente, un momento di festa davvero speciale, reso tale anche delle leccornie preparate per l’occasione e dalla ritualità della tradizione. Tra i piatti che non possono mancare figura la vasilópitta: è un altro pane dolce che può essere a forma di torta, preparato in onore di San Basilio, portatore di doni a bambini e famiglie. Caratteristica speciale – e divertente – è la presenza al suo interno di una moneta portafortuna. Per non fare torti a nessuno, il pane viene tagliato in parti uguali, partendo da un’incisione fatta a croce sulla sua superficie, riservando una fetta a ogni componente della famiglia (anche a chi non è presente). Altre fette saranno messe da parte per Cristo, San Basilio, la Casa e le persone povere. Chi trova la monetina sarà benedetto dalla fortuna per tutto l’anno. Un altro rito che propizia la buona sorte è il lancio nel fuoco di una foglia di ulivo e a terra di alcuni semi di asfodelo, pianta ritenuta essere fonte di salute per le persone e di longevità per gli animali.

A conclusione delle festività natalizie, il giorno, forse, più importante di tutto il periodo è l’Epifania, dedicata alla purificazione e benedizione delle acque. I fedeli vanno in chiesa indossando vestiti nuovi, per presentarsi “puliti” e pronti per la purificazione nel giorno in cui Gesù venne battezzato. Altra tradizione molto bella e sentita è l’arrivo in chiesa con frutta e semi per farli benedire con l’acqua santa e propiziare un buon raccolto. Arance e meloni benedetti saranno quindi mangiati recitando a voce bassa e in un momento di raccoglimento: “Che la vita continui con la stessa facilità con cui questa frutta è stata sbucciata e tagliata”. In processione ci si reca fino al mare o a un corso d’acqua e la purificazione sarà simbolicamente evocata con il lancio di una croce che sarà recuperata – numerose persone si tuffano in acqua - e riportata al sacerdote o al vescovo.

Sia che si desideri trascorrere qualche giorno vicino al mare, in allegria e relax, o farsi coinvolgere da tradizioni millenarie ancora vivissime, una fuga last minute a Cipro, per Natale, è perfetta!

Cipro, meta ideale per una fuga last minute a natale, tra tradizione, momenti di festa e ricette speciali

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Sabato 25 Gennaio 2020 ore 16:01:39
Il ballerino Nicolai è un nuovo allievo della scuola di "Amici" di Maria De Filippi #Amici19 https://t.co/RkwwBcczj1
Sabato 25 Gennaio 2020 ore 13:40:04
#noneladurso: ospiti di domenica 26 gennaio @carmelitadurso @LiveNoneladUrso 👇 https://t.co/js91bcpBbp https://t.co/EsoWw8Nh5Z

Mailing List