Atir stagione On The Road 2018/2019
Venerdì 14 Settembre 2018

Atir stagione On The Road 2018/2019

Ospitata da vari teatri milanesi anche questa stagione della compagnia Atir

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Seconda stagione itinerante per Atir, dopo la chiusura imposta al Teatro Ringhiera a Milano per problemi strutturali. Il nomadismo sperimentato con la scorsa stagione è stato faticoso, ma ha anche evidenziato la solidarietà degli altri teatri milanesi. Per Atir ha rappresentato anche la possibilità di incontrare un pubblico diverso, ma anche il contrario perché «la nostra comunità ci ha seguito» commenta con piacere Serena Sinigaglia. Anche per la stagione 2018/2019 la compagnia troverà ospitalità presso vari teatri milanesi. Porterà alcuni spettacoli di repertorio e diverse novità. 

Tra queste ultime troviamo Ivan - liberamente tratto da I Fratelli Karamazov di Fëdor Dostoevskij. Dall’11 al 16 dicembre al Piccolo Teatro Studio Melato Serena Sinigaglia porta in teatro con Fausto Russo Alesi il capitolo dei Karamazov in cui Dostoevskij immagina che Cristo torni sulla terra, nella Siviglia dell’Inquisizione, e sia messo in catene dal Grande Inquisitore.

Come dialogo su vita e morte si annuncia Aldilà Di Tutto di e con Valentina Picello e Chiara Stoppa, la drammaturgia di Carlo Guasconi, la supervisione registica di Arturo Cirillo. Sarà in scena il 10 e 11 gennaio 2019 al Teatro LaCucina/Olinda.

Con la regia di Gigi Dall’Aglio sarà ospitato dal 22 al 27 gennaio 2019 al Teatro Elfo Puccini in Sala Shakespeare l’Antigone di Sofocle.

Altro classico con la visione Atir è Le Allegre Comari di Windsor di William Shakespeare (foto). In scena dal 21 febbraio al 3 marzo al Teatro Carcano si avvale della riscrittura di Edoardo Erba e la regia di Serena Sinigaglia, che riadattano, tagliano e montano con ironia Le allegre comari di Windsor, innestando brani, suonati e cantati dal vivo tratti dal Falstaff di Verdi.

Tragici a Pezzi con sottotitolo Tragicomica parabola di un messaggero, di classica reminiscenza (anche se ho fatto lo scientifico) di e con Omar Nedjari sarà il 5 e 6 aprile 2019 a Il Cielo Sotto Milano. Si annuncia come «Un viaggio paradossale nella storia della Grecia e della sua letteratura drammatica, dalla Tragedia alla Commedia, per scoprire i retroscena dei nostri miti, gli ultimi gossip sui personaggi famosi del tempo, nell’attesa che l’invasore ci conquisti…»

Sarà invece un omaggio a Mia Martini, definita “Una voce con il sangue, con la carne” Per Aspera ad Astra il 4 maggio al PIME Milano. Quasi un dono è quello che hanno in programma Matilde Facheris, Virginia Zini e Sandra Zoccolan, autrici e interpreti.

La stagione On The Road inizia a metà settembre con La Molli. Divertimento alle spalle di Joyce di Gabriele Vacis e Arianna Scommegna, rispettivamente anche regista e interprete. E’ in scena venerdì 14 settembre da Aprés – Coup e una settimana dopo, il 21 settembre, allo Spazio IN Opera Liquida.

Prosegue dal 28 al 30 settembre al Teatro Verdi con Valore d’uso con regia e scene di Antonio Viganò, che così parla dello spettacolo: «Fatti cadere dentro un'arena, sei attori cercano, ognuno a modo suo e con strumenti e linguaggi diversi, un modo, una forma, un'azione, un gesto, per compiacere, per affascinare, stupire o sorprendere il pubblico».

Dal 15 al 25 novembre al Teatro Carcano è la volta di Alla mia età mi nascondo ancora per fumare di Rayhana con la regia di Serena Sinigaglia, che dello spettacolo, con al centro otto donne algerine, dice «Ci immergiamo, così, nel mondo delle donne islamiche, nella loro difficile convivenza con la cultura patriarcale, estremista, bigotta, violenta e repressiva dei propri uomini».

Il 15 e 16 dicembre al Teatro Gerolamo torna Utøya, il bel testo di Edoardo Erba con regia di Serena Sinigaglia e interpreti Arianna Scommegna e Mattia Fabris, che ha al centro la strage in Norvegia, il 22 luglio 2011 (di cui i nostri lettori hanno già potuto leggere la recensione di chi scrive anche queste note in occasione del debutto al Filodrammatici).

Risultato di una storia vera, anche se, in questo caso, non famosa è Un alt(r)o Everest di e con Mattia Fabris e Jacopo Maria Bicocchi. Sarà in scena il 1° e 2 febbraio ad Alta Luce Teatro.

Dal 19 al 24 marzo al Teatro Elfo Puccini / Sala Bausch sarà la volta di Isabel Green, progetto e regia di Serena Sinigaglia, testo di Emanuele Aldrovandi, con Maria Pilar Pérez Aspa.

A chiudere la stagione sarà Qui Città di M. di Piero Colaprico con Arianna Scommegna e la regia di Serena Sinigaglia. Ambientato a Milano sarà in scena dall’11 al 19 maggio al Teatro della Cooperativa.

Atir stagione On The Road 2018/2019

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Martedì 18 Settembre 2018 ore 17:26:09
Sabato 29 settembre in prima serata su Canale 5 al via il primo appuntamento della 5° edizione dello show più spett… https://t.co/n6jkneZYUx
Martedì 18 Settembre 2018 ore 14:32:59
In occasione dell’uscita del nuovo disco “Paninaro 2.0”, @PaganteOfficial in concerto il 6 dicembre al Fabrique di… https://t.co/1Ty5X8bJ2Q

Mailing List