Arrivano i Legnanesi con Signori si nasce… E noi?
Giovedì 30 Novembre 2017

Arrivano i Legnanesi con Signori si nasce… E noi?

Al Teatro della Luna sfarzo, allegria, risate con il nuovo spettacolo dal 5 gennaio 2018

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

Dal cortile a Napoli per arrivare alla Luna: non è un itinerario, ma il percorso artistico che caratterizza i Legnanesi e il loro nuovo spettacolo, Signori si nasce… E noi? È un percorso che parte da un elemento per loro tradizionale, come il cortile, ma conosce tappe decisamente nuove e attuali. Prima novità, il Teatro della Luna a Milano Assago, che ospiterà lo spettacolo dalla vigilia della Befana fino al 4 marzo, secondo una lunga tenitura che da sempre caratterizza la presenza dei Legnanesi a Milano. E il pubblico, con molti giovani, che si sono aggiunti negli anni al tradizionale pubblico over 50 e con molte famiglie con bambini, come ogni anno dimostra che lo spettacolo è molto atteso: a oltre un mese dal debutto sono già stati venduti oltre 22.000 biglietti, a dimostrazione di come il pubblico preferisca garantirsi subito un posto, sapendo che poi può diventare più difficile trovare i biglietti. E quest'anno non saranno previsti doppi spettacoli nella stessa giornata, anche per salvaguardare le corde vocali di Antonio Provasio, reduce da un intervento con ottimi risultati per quanto riguarda la voce. Lui, come sempre, è la Teresa, che questa volta deve vedersela con la gelosia che si scatena in lei in seguito al comportamento di Giovanni (Luigi Campisi), che segue a Napoli la ricchissima marchesa proprietaria del loro e di tanti altri cortili. È una fuga più per soldi che per amore, ma che li porterà in atmosfere napoletane, con la Mabilia (Enrico Dalceri) decisa a rappacificarli. Lo spettacolo diventa così un omaggio a Totò, comico molto amato, nel 50º della morte, festeggiato con tutta la allegria e lo sfarzo di scenografie e costumi propri dei Legnanesi. E con il susseguirsi di risate del pubblico (a volte anche loro).

Qualche curiosità? Qui cerchiamo di raccontarvele in dieci punti.

1 Compleanni. Sono tanti i compleanni che incidono sullo spettacolo. Prima di tutto il compleanno della Teresa, l'8 marzo che coincide con la festa della donna. Per festeggiarla Giovanni va a comprare una torta, ma dimentica il cellulare sul tavolo: un sms compromettente scatena la gelosia della Teresa. È l'inizio dello spettacolo, ma l'altro anniversario riguarda Totò e i 50 anni dalla sua morte, che hanno invogliato a trasportare tutta la storia a Napoli.

2 Quasi settant'anni. Nel 2019 sarà il 70º dalla fondazione dei Legnanesi. Sicuramente verrà festeggiato alla grande, anche se per ora loro non vogliono dire nulla di più. E c'è anche il desiderio di realizzare un museo dove poter esporre i memorabilia. I 5000 costumi utilizzati nei precedenti spettacoli formano ora un archivio custodito a Busto Arsizio.

3 Teatro della Luna. E’ la prima volta dei Legnanesi al Teatro della Luna dopo averne girati molto altri a Milano. Qui il foyer sarà allestito con grandi immagini che fin dal loro arrivo trasporteranno gli spettatori nel mondo dei Legnanesi.

4 Sfarzo. Scenografie e costumi sono da sempre molto sfarzosi. Tutti made in Italy, realizzati con tessuti di produzione italiana e cuciti dalle sarte per l’occasione. In questo spettacolo vedremo, tra l'altro, un abito di 25 kg indossato, come sempre quando si tratta di costumi sfarzosi e impegnativi da portare, dalla Mabilia.

5 Donne? Notoriamente anche tutte le parti femminili sono interpretate da uomini vestiti da donne, ma qualcosa sta cambiando. Infatti, oltre alle sarte, quest'anno è stata coinvolta anche la moglie di Antonio Provasio, che ha collaborato alla stesura del testo, dopo essere stata la prima a pensare a Totò.

6 Il segreto del successo. Non è nemmeno un segreto. Lo dicono senza alcun indugio: la loro comicità conquista perché è semplice, senza volgarità. Loro puntano a divertire divertendosi, così spesso le battute nascono al momento, fuori dal copione. Se hanno successo si potranno ritrovare nelle repliche successive.

7 I comici. Antonio Provasio dichiara il loro amore per Totò. Insieme, ricorda altri due comici molto amati. Sono Alberto Sordi e Walter Chiari, tutti e tre capaci di improvvisare, andando oltre il copione.

8 I boys. Lo sfarzo dello spettacolo si misura anche nel numero di attori in scena, oltre ai tre principali. Altri personaggi fanno da contorno e negli anni si sono conquistati l'affetto del pubblico. A loro si aggiungono i boys. Da questi arriva Maicol Trotta, che per questo spettacolo è stato promosso da boy ad attore e come Ciro ha una gag esilarante.

9 La tournée. Dopo un debutto avvenuto a Cassano Maniago sono previste 130 date che, oltre alla lunga tenitura al Teatro della Luna, porteranno i Legnanesi in varie altre città, come Bologna, Gorizia, Bolzano, Cremona, per finire a maggio. A ottobre del prossimo anno i Legnanesi saranno anche in crociera: una replica speciale è prevista per i croceristi Msc.

10 Napoli. L'atmosfera napoletana pervadere soprattutto la seconda parte dello spettacolo, con musica, immagini e ambientazione. Per ora però non è prevista una replica a Napoli. «Per noi sarebbe un onore – commentano -, ma abbiamo visto che a Napoli lavorano soprattutto compagnie napoletane».

 

I Legnanesi

Signori si nasce… E noi?

con Antonio Provasio, Enrico Dalceri, Luigi Campisi

a Milano Assago al Teatro della Luna dal 5 gennaio al 4 marzo 2018

Legnanesi
Legnanesi
Legnanesi
Legnanesi
Legnanesi
  • I LEGNANESI || Dal 5 gennaio al Teatro della Luna

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto
Domenica 17 Dicembre 2017 ore 11:49:53
Ancora un ottimo risultato di audience per la puntata di “Amici” che ieri ha registrato una share del 18.59 % pari… https://t.co/QCZoEGhNzo
Sabato 16 Dicembre 2017 ore 17:01:53
Prosegue la gara di inediti tra i cantanti della scuola di “Amici”, a partire da venerdì 15 dicembre, sono finalmen… https://t.co/Zk2rnnpRY1

Mailing List