Antonio Lorenzon è il vincitore di MasterChef Italia
Giovedì 5 Marzo 2020

Antonio Lorenzon è il vincitore di MasterChef Italia

Antonio Galluzzo
scarica l'articolo in formato pdf

Una finalissima stellare con un romantico e indimenticabile colpo di scena sui titoli di coda.

Antonio Lorenzon è il vincitore di MasterChef Italia. Battute, nel corso della finalissima, Maria Teresa Ceglia e Marisa Maffeo. Quarto classificato Davide Tonetti, eliminato nel corso della semifinale del cooking show di Sky prodotto da Endemol Shine Italy.

44 anni, originario di Bassano del Grappa (Vicenza), di professione art director, Antonio ha conquistato 100.000 euro in gettoni d’oro e la possibilità di pubblicare il suo primo libro di ricette, ma ha ottenuto anche un altro romanticissimo “premio”: mentre tutta la Masterclass e i tre giudici Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli erano in festa per lui, Antonio si è inginocchiato davanti al compagno Daniel chiedendogli di sposarlo. Daniel ha detto “sì”.

La finalissima di questa edizione di MasterChef Italia – ultimo emozionante capitolo di una stagione che ha ottenuto ampi consensi da pubblico e critica – è stata piena di tensione per i tre concorrenti che, sotto gli occhi di tutti i componenti della Masterclass e di amici e parenti accorsi in balconata, nelle due ore e mezza a disposizione hanno proposto tre menu di altissimo livello rendendo così estremamente difficile la scelta dei giudici.

In particolare, il vincitore ha conquistato i tre Chef stellati con il menu “Vita, vecchi ricordi”, un tributo al suo passato, fatto di affetti familiari e tradizioni radicate e condivise, rivisitato con slancio innovativo: come antipasto, “Baccalà e i suoi amici”, una rivisitazione in chiave moderna del baccalà alla vicentina, che faceva la sua mamma, dunque su spuma di cipolla con crosta di polenta e caviale; come primo, “Dal Grappa al Brenta”, per ricordare le domeniche trascorse in famiglia a raccogliere funghi: un risotto ai porcini, uova di trota affumicate e gel di Amarone della Valpolicella; a seguire, “L’alba di settembre”, un secondo a base di pernice, che rimanda alle battute caccia di caccia del papà, dunque con finferli, cipollotto fresco e tartufo nero; e infine, il “Dolce bosco” come dessert, una meringa alle nocciole con gelato al pepe di Sichuan, salsa di lamponi e mousse al cioccolato.

Complessi e interessanti anche i menu delle altre due aspiranti chef arrivate in finalissima.

Maria Teresa ha creato il suo complesso e articolato menu dal titolo “Contaminazioni di Puglia”, in cui i piatti sono un connubio tra ingredienti della tradizione pugliese e sapori scoperti nei Paesi in cui ha viaggiato con il marito. La consulente finanziaria di Cerignola (Foggia) ma residente da anni a Milano è partita dall’antipasto “Tavoliere e Sicilia”, per unire la tradizione della sua terra con i viaggi in Sicilia: falso carpaccio di seppia con salsa agrumata e pistacchi, spuma di canestrato foggiano e insalata di cardoncelli; quindi, il primo “Il Salento verso il Giappone”, a celebrare le nozze tra queste due antitetiche parti del globo: ravioli ripieni di bombette pugliesi con brodetto di gamberi al cedro, sashimi di gamberi e tobiko wasabi; il secondo “Gargano e Maldive”, torcinelli - tipici del Gargano - in crepinette, purea di topinambur e liquirizia, maionese di banana e vaniglia e alga wakame; infine, il dessert “Murgia, New York e sentori di Zanzibar”, una sfera di cioccolato bianco ripiena di mousse di burrata, fichi al vincotto su biscotto alle mandorle con cannella, cardamomo, anice stellato con una crema inglese al rosmarino.

Marisa, infermiera di Battipaglia (Salerno) ma residente a Parma, ha invece raccolto applausi con il menu “L’itinerario delle mie emozioni”, un percorso circolare che parte dal paesino d’infanzia da cui ha sempre voluto scappare e in cui è poi ritornata dopo aver compreso l’importanza delle proprie radici. Una storia che si è tradotta nell’utilizzo di ingredienti poveri mischiati sapientemente a materie prime d’eccellenza. Come antipasto, ha proposto “Santorini”, la commistione tra i ricordi di quando era bambina e le avventure del mar Egeo: black code con crumble di pane di segale, nervetti sale e limone, salicornia e maionese di lime, cocco e zenzero; come primo, “Colline e montagna”, un piatto vegetariano di tortelli di grano arso con borragine, ricotta salata e noci tostate su salsa di funghi portobello e kefir con tartufo nero; come secondo “Astice di campagna”, un mix di sapori in cui l’astice incontra lardo di Colonnata e cicoria: astice blu al lardo di Colonnata e polpette di chele e mascarpone con pane aromatizzato al limone, cicoria e bisque di astice; infine, il dessert “Formaggio e pere”, una mousse di caprino alla vaniglia su frolla alle nocciole con pere al rum bianco, cioccolato e caramello salato.

Subito dopo la proclamazione, avvenuta dalla viva voce di Chef Cannavacciuolo, e la pioggia di coriandoli dorati, Antonio è salito sul palco allestito nella cucina di MasterChef Italia prendendo la parola: «Quale miglior occasione per ringraziarvi tutti per essermi stato vicino, per l’amicizia – ha detto con la voce rotta dall’emozione –. Questo è un giorno molto particolare per me perché ho ricevuto questa gloria, e altrettanta gloria voglio trasmetterla a una persona che nella vita ha creduto in me e mi ha reso la persona che sono… voglio che questo sia un momento speciale», ha proseguito, prima di inginocchiarsi davanti all’emozionatissimo compagno Daniel, tra gli applausi e le lacrime di commozione di tutti i presenti, chiedendogli di sposarlo. E Daniel ha accettato.

Cresciuto in una famiglia molto unita, il neo vincitore di MasterChef Italia e il suo compagno (è stato proprio lui a iscriverlo al cooking show) stanno insieme da 18 anni: al suo ingresso nella Masterclass aveva dichiarato di avere in programma il matrimonio per il 2022, nel giorno del loro ventesimo anniversario. La passione per la cucina è nel DNA della famiglia: dalla madre ha imparato la tecnica e la tradizione, dal padre la sperimentazione. Per deformazione professionale, quando pensa a un piatto parte dall’aspetto estetico. Il suo sogno, prima dell’inizio della gara, era quello di aprire un B&B all’italiana a Nizza.

Antonio_Lorenzon

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Giovedì 2 Aprile 2020 ore 01:03:16
Paolo quarto finalista #GFVIP https://t.co/QQKrOYoLR0
Giovedì 2 Aprile 2020 ore 00:53:55
Teresanna eliminata #GFVIP https://t.co/iKRpmidcqP

Mailing List