Anna Mazzamauro è Divina in scena al Teatro Martinitt di Milano fino al 5 novembre
Sabato 21 Ottobre 2017

Anna Mazzamauro è Divina in scena al Teatro Martinitt di Milano fino al 5 novembre

Una divertente commedia specchio dei nostri tempi, caratterizzati dall’eterno dubbio tra essere e apparire

Cristian Pedrazzini
scarica l'articolo in formato pdf

Scritta originariamente per Amanda Lear, la nuova commedia in scena al Teatro Martinitt sembra cucita a pennello addosso alla personalità forte, esplosiva e dirompente di Anna Mazzamauro, che incarna alla perfezione il titolo - Divina - e interpreta magistralmente il copione, da lei stessa riadattato.

Quello che ne emerge è il ritratto di una donna che ha cambiato la storia della tv, testarda, intraprendente, sicura di sé, visionaria. Ma anche, al tempo stesso, una donna che ha votato tutta la sua vita al lavoro, anche a discapito delle sue relazioni personali. Eppure Divina appare sognante e innamorata della vita fino alla fine, ancora decisa e caparbiamente convinta che il suo grande amore sarebbe arrivato. Quel che è certo è che di grande amore ha avuto solo la sua tv.

Divina, star televisiva il cui show è il più popolare, fino a quando un giorno apprende la notizia sul giornale che il suo capo ha deciso di licenziarla, o meglio di affidare il programma ad una donna più giovane e bella di lei. Divina non si arrende ed escogiterà un modo per restare la più bella del reame: pur di non sparire dallo schermo coinvolgerà un vecchio amante e accetterà la conduzione di una folle trasmissione di cucina. Tra pentole, casseruole e frullatori regnerà il caos cosmico, ma  si respira anche l’amore che legava il suo amante a Divina la quale, fino alla fine, ha deciso di rinunciare ancora una volta ai sentimenti dando spazio solo alla sua carriera nonostante il rapido declino. 

Una brillante commedia francese che, tra ironia, veleno, rancore e vendetta, ma anche toccanti introspezioni racconta la solitudine di chi si perde dietro un altro se stesso, lo squallore dietro i lustrini, la trappola dell’effimero, l’ineluttabilità del vero essere che pone l’amletico dubbio: essere o non essere? E’ l’emblema di uno status che deriva da molta solitudine che porta a costruire una maschera in cui crediamo veramente. Ma è un bluff, alla fine la vita presenta il conto mettendoci in condizioni di riflettere e capire come effettivamente andrebbe vissuta. Apparire significa mostrarsi agli altri e, dunque, essere accettati, ammessi, legittimati al bisogno d’amore. Per Divina (e non solo) è tempo di gettare questa maschera e quel che c’è dietro potrà non piacere. 

Divina è una commedia di Jean Robert-Charrier, adattata da Anna Mazzamauro, diretta da Livio Galassi, con Anna Mazzamauro (Divina), Massimo Cimaglia (Jean Baptiste), Giorgia Guerra (Emilie), Michele Savoia (Jean Louis) e Lorenzo Venturini (Eros).
Al Teatro Martinitt di Milano fino al 5 novembre.

Anna Mazzamauro è Divina in scena al Teatro Martinitt di Milano fino al 5 novembre

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Giovedì 23 Novembre 2017 ore 19:05:41
@Salmolebon: esce domani, venerdì 24 novembre, il nuovo singolo #Perdonami https://t.co/bYYyUXg3Sk
Giovedì 23 Novembre 2017 ore 16:51:11
#GliSdraiati, il nuovo film di @farchibugi con Claudio Bisio al cinema dal 23 novembre https://t.co/Mr7BHYlvh2

Mailing List