Achille Lauro: Fuori il nuovo progetto
Venerdì 24 Luglio 2020

Achille Lauro: Fuori il nuovo progetto "1990", 7 hit mondiali per celebrare il suo anno di nascita

Cristian Pedrazzini
scarica l'articolo in formato pdf

Achille Lauro rende omaggio ai favolosi 90’s con 1990, il nuovo side project titolato proprio con l’anno della sua nascita e in arrivo dopo il successo di Sanremo, dopo l’uscita di 16 marzo già certificato disco d’oro e di Bam Bam Twist ai vertici delle classifiche radiofoniche, e prima di un autunno che per Achille Lauro promette grandi sorprese.

1990da oggi è disponibile in tutti gli store e le piattaforme digitali, è il primo progetto di Achille Lauro come Chief Creative di Elektra Records/Warner Music Italy. E oltre a essere un geniale come back nella cultura pop anni Novanta, è un caldo abbraccio artistico da parte di molti dei più rilevanti Artisti della scena attuale, alcuni dei quali del gruppo Warner Music, con feat inediti e originali.

Gli anni 90 sono stati fondamentali per la crescita di Achille Lauro che oggi intende celebrarli con un album inaspettato e dirompente: da un lato il vuoto lasciato dalla morte di miti come Freddie Mercury (1991), Kurt Cobain (1994), 2 Pac (1996), Notorious B.I.G. (1997), dall’altra la nascita di un nuovo genere che dall’Europa ha conquistato presto tutto il mondo e che ha sicuramente travolto l’immaginario artistico di Lauro.

Un side project con 7 celebri hit mondiali “rigenerate” da Achille Lauro che ha voluto coinvolgere tanti amici: dalla storia della dance italiana e mondiale (Alexia, Eiffel 65, Benny Benassi) al panorama attuale (Ghali, Capo Plaza, Gemitaiz, Massimo Pericolo e Annalisa, già con Lauro nella serata delle cover dell’ultima edizione del Festival di Sanremo). Sono loro, insieme a produttori come Dardust, Gow Tribe, DIVA e Marnik, i protagonisti di 1990: un viaggio in cassa dritta che più che un tuffo nel passato è proiettato in un futuro senza tempo, con suoni e arrangiamenti che riescono ad essere attuali e si uniscono perfettamente al linguaggio di Lauro.

Un album che lascia senza fiato con una selezione di brani travolgente: Be My Lover dei La Bouche, Scatman’s World di Scatman John, Sweet Dreams (Are Made of This) degli Eurythmics(riportata al successo proprio negli anni Novanta da Marylin Manson), Me and You di Alexia, The Summer Is Magic di Playahitty, Blue (Da ba dee) degli Eiffel 65 e Illusion di Benny Benassi.

A dare una forma visiva alla musica, anche per questa occasione Achille Lauro propone un apparato iconografico forte declinato nelle tinte del rosa e del fuxia. L’assenza dell’artista è totale e lascia il palcoscenico al suo alter-ego giocattolo: una bambola dal look androgino, per ritrovare i segni delle sue radici musicali immerse proprio in quell’immaginario. La bambola è stata creata appositamente per l’occasione da Magia 2000, il duo di designer italiani Mario Paglino e Gianni Grossi, conosciuti in tutto il mondo e specializzati nella creazione e realizzazione di pezzi unici.

Online anche il videoclip del primo estratto da 1990, Scat Men feat. Ghali e Gemitaiz con la produzione di DIVA, DRD, Gow Tribe & Marnik. Riprendendo l’estetica di tutto il progetto grafico dell’album, anche nel video – per la regia di Anthony Rosati – il protagonista è l’alter-ego bambola di Lauro. In pieno spirito da super eroe, si muove su una cabrio rosa (la stessa dell’artwork di copertina, il codice d’accensione? “1990”, naturalmente) in quello che è un chiaro riferimento al mondo dei videogiochi degli anni Novanta. Raggiunto dai co-protagonisti Ghali e Gemitaiz, i tre, armati di bazooka, attraversano un universo fantascientifico con le diverse prove da superare, tra unicorni e valli incantate. L’ultima, la più epica, è lo scontro finale con un mostro cibernetico, sconfitto dal trio che riemerge vittorioso tra le fiamme, sul finale.

La creatività di tutto il progetto è affidata all’ormai consolidato team composto da Achille Lauro, Nicolò Cerioni e Angelo Calculli.

Achille Lauro racconta “1990”

1990 (Back to Dance)
(prod. DIVA & Gow Tribe)

Sul sample indimenticabile di Be my lover dei La Bouche, si alza un canto che per Achille Lauro è quasi un lamento, racconto di un cuore di pezza da strappare e incendiarsi. Le atmosfere di questo amore disperato sono quasi oscure, in un pezzo da dancefloor con trame elettroniche più dark.
“Questo brano incarna perfettamente quello che per me rappresenta la musica degli anni Novanta: un pezzo da dancefloor, che mi regalava talmente tante emozioni da diventare malinconico: ho cercato di riproporre proprio quello spirito in questa opening track”.

Scat Men
Feat. Ghali & Gemitaiz (prod. DIVA, DRD, Gow Tribe & Marnik)

Questo brano riprende il celeberrimo “Scatman's World”, la hit firmata dal cantante statunitense John Paul Larkin, in arte Scatman John: fu uno dei tormentoni più gettonati del 1995. In questa nuova versione, Lauro è accompagnato da Ghali e Gemitaiz, alla produzione – oltre ai fidati Gow Trive e Marnik – anche Dardust.

“La storia di Larkin è alquanto singolare perché, pur soffrendo di balbuzie, riuscì ad adattare questo problema alla musica, creando una fusione davvero particolare. Uno dei suoi punti di forza fu proprio quello di parlare di questo disturbo nelle canzoni, incoraggiando i bambini che ne soffrono a non vergognarsene”. 

Sweet Dreams
Feat. Annalisa (prod. DIVA & Gow Tribe)

Per questa versione del celebre brano degli Eurythmics, Lauro ha scelto l’intensa e potente voce di Annalisa, con cui era già emersa una forte alchimia sul palco del Festival di Sanremo durante la splendida interpretazione de “Gli uomini non cambiano” di Mia Martini: un amore impossibile, in bilico, la cui storia si snoda tra sonorità dark che mixano elementi elettronici a suoni analogici.

“Una hit mondiale ed uno degli emblemi della musica elettronica dei primi anni '80. Uno dei riff più magnetici di sempre, prodotto con un casalingo otto tracce e synth analogici che incorniciano la voce austera di scozzese Annie Lennox. La scelta di questo brano per me si ricollega al ricordo che ne ho nella versione, degli anni Novanta appunto, di Marylin Manson, un personaggio che ho sempre sentito molto vicino al mio immaginario”.

You and Me
Feat. Alexia & Capo Plaza (prod. DIVA & Gow Tribe)

Una inversione dei protagonisti nel titolo (l’originale Me and You) per questa rivisitazione del singolo d’esordio di Alexia, pluripremiato baluardo della dance italiana negli anni Novanta. Ed è proprio la regina della disco di quegli anni, Alexia, ad accompagnare Lauro in questo brano, insieme a Capo Plaza, la star multiplatino della scena urban italiana ed europea, a cui è affidata la strofa di chiusura del pezzo.

“Alexia è una cantautrice con un repertorio che varia dal pop alla dance, fino al soul, al blues e al rock. È stata una vera e propria pioniera del filone eurodance, in carriera ha venduto oltre 6 milioni di dischi, ottenuto 10 singoli in top 10 di cui 4 al numero uno. Poter collaborare con una delle artiste che ha contribuito a sviluppare e portare nel mondo proprio l’immaginario dell’album era il plus necessario a questo progetto”.

Summer’s Imagine
Feat. Massimo Pericolo (prod. DIVA, Gow Tribe & Marnik)

Uno dei ritornelli più famosi della storia della dance mondiale si trasforma in un verso carico di malinconia, per questa versione in cui Achille Lauro e Massimo Pericolo raccontano di un’estate persa in cupi ricordi delle periferie.

“I Playahitty sono stati uno dei gruppi musicali italiani eurodance più importanti degli anni Novanta. Mi ha colpito molto conoscere la storia del nome del gruppo: in un’intervista il produttore Emanuele Asti ha spiegato come il giorno prima di andare in stampa, non avesse ancora il nome da mettere al progetto. Pensava ad un nome allegro che ricordasse le canzonette da spiaggia e così all’ultimo gli venne il nome: “Playa-Hit”, hit da spiaggia. Questo aneddoto crea un forte contrasto con la versione più cupa che ho proposto insieme a Massimo Pericolo”.

Blu
With Eiffel 65 (prod. DIVA & Gow Tribe)

Forse uno dei brani più iconici degli anni Novanta in Italia, costruito attorno a un indimenticabile giro di pianoforte, su cui venne costruita la storia di un uomo per cui tutto è “blue”: come il colore, certo, ma anche come la tristezza, come la sensazione di nostalgia trasmessa dalle strofe di questo brano che esplode nel ritornello nell’iconico “Da ba dee” che ha reso gli Eiffel 65 famosi in tutto il mondo.

“La canzone racconta la vita di un uomo blu, colore di se stesso e di tutte le cose che lo circondano. Per l’enorme successo della loro hit, gli Eiffel 65 sono il gruppo icona della musica dance italiana e internazionale con più di 15 milioni di copie vendute in tutto il mondo nei primi cinque anni: fu un successo straordinario che dura tuttora”.

I Wanna Be an Illusion
With Benny Benassi (prod. DIVA, Gow Tribe & Marnik)

L’illusione di cui parla il titolo della hit viene reinterpretata in questa versione da Lauro come un lungo racconto dai tratti biblici, tra angeli dagli occhi di cristallo e immagini di una “storia maledetta” tra “illusione e realtà”, in cui ad ogni flash corrisponde un colore, per una storia immaginifica e maledetta.

“Benny Benassi è tra i dj e produttori italiani di musica dance più riconosciuti, ammirati e rispettati a livello mondiale. Madonna, Kelis e David Bowie sono alcune delle collaborazioni stellari che ancora oggi ne santificano lo status di precursore della musica EDM nel mondo: averlo per questa collaborazione è il sigillo più importante per 1990”.

Achille Lauro ha già annunciato lo spostamento del tour 2020, aderendo alle decisioni prese da tutti gli esponenti del mondo della musica, arriverà a ottobre 2021 ACHILLE LAURO LIVE 2021, il tour prodotto da F&P in cui presenterà “Achille Idol Immortale”: icona, punkrocker, popstar, l’alter-ego di Achille Lauro che torna dal passato dopo essere stato crocifisso per risorgere ad icona Glam. Concettuale, oltre il maschile e il femminile, oltre gli schemi omologati di una sessualità di genere, un inno alla pansessualità.

Il tour, previsto per ottobre 2020, si sposta con nuove date - sempre in ottobre - nel 2021 e toccherà le città di: Milano (16 ottobre 2021 – Lorenzini District), Venaria, TO (18 ottobre 2021 - Teatro Concordia), Cesena (21 ottobre 2021 – Nuovo Carisport), Napoli (23 ottobre 2021 – Casa della Musica), Firenze (26 ottobre 2021 – Tuscany Hall). Si concluderà con una doppia data a Roma, al Palazzo dello Sport, il 29 e il 30 ottobre.
I biglietti già acquistati per gli show previsti ad ottobre 2020 rimangono validi per gli show di ottobre 2021.

Achille_Lauro
Achille_Lauro
Achille_Lauro
  • Achille Lauro - Scat Men (Feat. Ghali & Gemitaiz / Prod. Dardust, DIVA, Gow Tribe, Marnik)

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto
Venerdì 7 Agosto 2020 ore 16:14:46
Mannarino: riprogrammato il tour al 2021 @Mannarino https://t.co/5rZzM4jFEn
Venerdì 7 Agosto 2020 ore 16:10:51
IMAGinACTION, gli ospiti dell’edizione 2020: J-Ax, Edoardo Bennato, Luis Fonsi, Mario Biondi, Gigi D’Alessio e molt… https://t.co/5yEjB1zyom

Mailing List