A Lugano stagione estiva en plein air dall’11 luglio
Lunedì 6 Luglio 2020

A Lugano stagione estiva en plein air dall’11 luglio

Trenta eventi serali gratuiti fino al 6 settembre con reading, musica, arte

Valeria Prina
scarica l'articolo in formato pdf

È en plein air la stagione estiva proposta a Lugano da LAC Lugano Arte e Cultura, che riparte e torna a essere uno dei punti di riferimento della vita culturale della città. La rassegna LAC en plein air, nella cornice dell’Agorà, apre l’11 luglio per concludersi il 6 settembre, dopo aver offerto trenta eventi serali gratuiti (prenotazione obbligatoria) con concerti di musica classica, incursioni nelle sonorità del mondo, reading teatrali, incontri con artisti, presentazioni di volumi freschi di stampa e un fine settimana dedicato alle famiglie.

Il direttore artistico Carmelo Rifici (nella foto), da parte sua, auspica che «l’Agorà possa diventare una seconda casa, una residenza estiva, un luogo di cura dell’anima in cui ritrovarsi, di sera in sera, grazie a decine di proposte». Che si annunciano molto differenziate con una attenzione ai classici, perché, come sottolinea Carmelo Rifici, «Un classico non smette di parlare, attraverso ogni forma di linguaggio scritta, musicata o visiva».

La rassegna si apre sabato 11 luglio nel segno della letteratura d’autore, grazie a una serata di cui sono protagonisti Paolo Di Stefano e Lorenzo Sganzini, autori di Noi (edizioni Bompiani) e Passeggiate sul Lago di Lugano (edizioni Casagrande) con la lettura di alcuni brani dei due volumi curati dall’attrice Cristina Zamboni. La giornata è completata dalla presentazione di Luminanza, incubatore per la drammaturgia contemporanea di lingua italiana, in programma dalle ore 11 allo Spazio 1929. Luminanza è un progetto di Alan Alpenfelt e Mara Travella per incoraggiare la scrittura scenica teatrale e la formazione di giovani drammaturghi svizzeri di lingua italiana.

Un’altra sezione è più legata al teatro.L’adattamento e l’interpretazione di Emanuele Santoro de Il sogno di un uomo ridicolo di Fedor Dostoevskij, martedì 14 luglio, inaugura il ciclo di proposte teatrali che si completa tra il 18 e il 21 agosto grazie ai reading di interpreti come Antonio Ballerio, Igor Horvat, Massimiliano Zampetti, Anahì Traversi, Mirko D’Urso, Tindaro Granata, Zeno Gabaglio, Stone Leaf e il direttore artistico Carmelo Rifici, qui eccezionalmente in veste di interprete, affiancati tra gli altri dalla formazione Niton e dal musicista Brian Quinn. I reading previsti in Agorà alle ore 21 sono il 18 agosto A rivedere le stelle, per voce e musica dalla Divina Commedia di Dante; il 19 agosto La fine del Titanic di Hans Magnus Enzensberger Ovvero L'illusione del progresso soverchiata dalle forze della natura e della follia umana; il 20 agosto Le Metamorfosi di Franz Kafka; il 21 agostoBoccaccio 2000 dal Decameron di Giovanni Boccaccio.

Per la parte musicale LuganoMusica cura sette serate, condensate tra il 15 luglio e il 5 agosto, con solisti e gruppi di indubbio valore, attivi nell’ambito della musica antica, classica e contemporanea Otto serate, tra il 23 luglio e l’8 agosto prevedono concerti di world music. Altri tre concerti eseguiti da altrettante formazioni dell’Orchestra della Svizzera italiana sono in programma da martedì 25 a giovedì 27 agosto, mentre l’orchestra residente, diretta dal maestro Markus Poschner, omaggerà e riabbraccerà il pubblico grazie a due esibizioni straordinarie in Piazza Luini venerdì 28 e sabato 29 agosto.

Un’altra sezione è legata alla fotografia e coinvolge il Museo d’arte della Svizzera italiana proponendo tre Artist Talk: si comincia venerdì 17 luglio con Lois Hechenblaikner, fotografo austriaco, protagonista del progetto pop-up Ischgl esposto al LAC. Si prosegue mercoledì 29 luglio con Christine Streuli, artista svizzera che ha recentemente realizzato un intervento artistico ad hoc per il foyer del museo. Un terzo incontro dedicato alla fotografia è in programma mercoledì 2 settembre.

LAC en plein air si congeda sabato 5 e domenica 6 settembre con un fine settimana dedicato alle famiglie con l’installazione “Universo sensibile” realizzato da Antonio Catalano con materiali naturali.

LAC

Consigliati da SpettacoliNews

scopri tutto

Articoli Correlati

scopri tutto
Sabato 19 Settembre 2020 ore 15:35:55
#DomenicaIn: ospiti di domenica 20 settembre, alle 14:00 su Rai 1 https://t.co/DBURAv6ILU
Sabato 19 Settembre 2020 ore 15:24:39
“Live - non è la d'Urso”: ospiti di domenica 20 settembre, in prima serata su Canale 5 #noneladurso @carmelitadurso… https://t.co/qc9fFYHYYi

Mailing List